Verso il 1° maggio con #downlavoro

In vista della festa dei lavoratori, l’Aipd lancia una campagna dedicata all’inserimento delle persone con sindrome Down. Dal 24 aprile on line appelli di aziende e dei protagonisti di “Hotel 6 Stelle” di R. S.

Visita il sito di Aipd

In vista della Festa dei lavoratori, il prossimo 1° maggio, l’Associazione italiana persone down (Aipd) lancia la campagna #downlavoro, dedicata all’inserimento lavorativo. L’obiettivo: promuovere il diritto al lavoro per le persone con sindrome Down. A partire dal 24 aprile sul sito www.aipd.it e sulla rete social di Aipd saranno lanciati degli appelli da parte di aziende e dei sei protagonisti di Hotel 6 stelle che chiedono lavoro per le persone con sindrome Down. L’invito dell’associazione è a rilanciare queste clip su Twitter e Facebook.

Quello dell’inserimento lavorativo è un ambito nel quale l’associazione è impegnata dal 1996, con uno sportello dedicato: l’Osservatorio sul mondo del lavoro. Attraverso questa struttura garantisce supporto legale, tecnico e amministrativo per gli associati in tutta Italia, aiutando nell’individuazione dei potenziali lavoratori e sostenendo il loro percorso di inserimento. A testimoniarne le potenzialità, la docu-fiction Hotel 6 Stelle, andata in onda a febbraio e a marzo su Rai Tre, con la collaborazione di Aipd. Buona, dichiarano dall’associazione, la risposta delle aziende: «36 ci hanno contattato per iniziare un percorso finalizzato all’assunzione di persone con sindrome Down. Il numero ci auguriamo sia destinato ad aumentare». Il profilo delle aziende è il più vario, «dalle grandi catene al chiosco stagionale; dal settore manifatturiero a quello alberghiero; dalla ristorazione al terzo settore. Le offerte riguardano tirocini, in molti casi finalizzati all’assunzione, o lavori stagionali».

22 aprile 2014

Potrebbe piacerti anche