Al Trionfale, generazioni a confronto

Nell’oratorio della parrocchia di San Giuseppe ogni mercoledì i più anziani insegnano ai più giovani a realizzare oggetti di vario tipo, tra cui borse, sciarpe e dipinti destinati a vendite di beneficenza di L. Gal.

Da un’idea del viceparroco padre Tommaso Gigliola e di alcuni volontari, proseguono gli appuntamenti del progetto «Avvicinarsi al mondo», iniziati venerdì 20 gennaio nell’oratorio della parrocchia di via Bovio 44. «Ci si incontra nella sala dell’amicizia, si vive e si fa vivere l’oratorio feriale – spiega padre Gigliola – attraverso l’incontro tra generazioni, nel quotidiano».

Un gruppo composto da anziani, giovani e giovanissimi. «La più grande ha 76 anni e la più piccola 15». E i più anziani, che sono persone della comunità «insegnano gratuitamente a mamme, ragazze e parrocchiani a lavorare la lana, realizzare collane, borse, copertine, sciarpe, dipinti e tanto altro». E questi «prodotti confezionati saranno venduti a scopo benefico», racconta il viceparroco.

Ma è anche un altro lo scopo degli incontri, e a precisarlo è proprio l’ideatore: «Creare relazione, comunicazione fra oratorio e quartiere, che conta circa 16 mila abitanti e inoltre insegnare a realizzare con le proprie mani qualcosa per gli altri».

Il tutto in «un’atmosfera accogliente e ricca di preziosi momenti di aggregazione che valorizzano ognuno e permettono dialogo e incontro», sottolinea Eleonora Vassallo, una delle volontarie.

Gli incontri si tengono tutti i mercoledì e su richiesta dei partecipanti anche il venerdì alle ore 17.30.

27 gennaio 2012

Potrebbe piacerti anche