Ancora scioperi nel trasporto pubblico

Possibili disagi il 30 maggio per un’agitazione indetta dall’Unione sindacale di base. Partito anche lo sciopero atipico dei tassisti, con turni liberi e tariffe massime di 10 euro a corsa, per lottare contro abusivi e Ncc di R. S.

Indetto da macchinisti, autisti e tassisti uno sciopero a oltranza che metterà a rischio il trasporto pubblico nella Capitale. L’agitazione proclamata dall’Unione sindacale di base potrebbe fermare, nella giornata di venerdì 30 maggio, bus e metropolitane.

Da oggi, mercoledì 28 maggio, è partita invece l’agitazione dei tassisti, impegnati nel pomeriggio in un’assemblea sindacale a Fiumicino. Uno sciopero, il loro, del tutto atipico, con turni liberi e tariffe massime di 10 euro a corsa. L’obiettivo: portare avanti la lotta contro abusivi e auto a noleggio con conducente. «Adottiamo anche noi il loro sistema – hanno dichiarato alla stampa -: lavoriamo senza regole, per tutto il tempo che vogliamo».

28 maggio 2014

Potrebbe piacerti anche