Concerti e rievocazioni per il Natale di Roma

La Capitale festeggia il suo 2763° compleanno. Una serie di eventi per romani e turisti. In coincidenza la nascita del nuovo Consiglio permanente per la Dignità, il Perdono e la Riconciliazione di R. S.

Oltre 30 eventi dal 18 al 23 aprile per festeggiare il 2763° compleanno di Roma. L’anniversario è riferito alla data leggendaria della fondazione da parte di Romolo, il 753 a.C., ma in realtà la città sarebbe nata molto prima. In epoca moderna il Natale di Roma si celebra ogni anno dal 1870.

Le iniziative per questa edizione 2010 del Natale di Roma sono state presentate nel corso di una conferenza dal sindaco Gianni Alemanno, dagli assessori Umberto Croppi (Cultura) e Laura Marsilio (Scuola-Famiglia-Gioventù), dal sovrintendente comunale Umberto Broccoli, dal consigliere Federico Mollicone (presidente Commissione Cultura), dal delegato allo Sport Alessandro Cochi e dall’amministratore delegato di Zètema Albino Ruberti.

Il programma dei festeggiamenti è ricco: rievocazioni storiche, spettacoli, conferenze, seminari, visite guidate, concerti. In particolare mercoledì 21 si terrà “Romagnificat – Suoni e luci per raccontare le storie di Roma”, alle 22 e alle 23 a piazza del Popolo; seguiranno i fuochi d’artificio che disegneranno gli anelli olimpici nel cielo sopra la terrazza del Pincio, per salutare la candidatura romana alle Olimpiadi del 2020.

Intenso anche il programma istituzionale: mercoledì 21 deposizione di corona d’alloro al Milite Ignoto, Santa Messa in Campidoglio, presentazione della settantunesima “Strenna dei Romanisti” e della medaglia del 2763° Natale di Roma; venerdì 23 l’incontro in Campidoglio per il centenario del Sindacato Cronisti Romani (1910-2010).

Ai festeggiamenti si accompagna la presentazione di un progetto del Campidoglio «all’insegna – spiegano dall’amministrazione capitolina – dei valori umanitari, della risoluzione pacifica dei conflitti, della coesistenza e conoscenza reciproca tra i popoli»: mercoledì 21, all’Ara Pacis, nasce il “Consiglio permanente per la Dignità, il Perdono e la Riconciliazione”. Lo presenta il sindaco Alemanno il giorno stesso alla stampa. Il Consiglio, afferma una nota, «assisterà governi, istituzioni e comunità apportando un contributo di natura etica, morale, culturale e pedagogica; garantendo che il rispetto, la comprensione e il dialogo siano parte costitutiva dei processi di pace». L’iniziativa nasce sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica, con il patrocinio della presidenza del Consiglio dei Ministri e del ministero degli Affari Esteri.

19 aprile 2010

Potrebbe piacerti anche