Domenica 19 la colletta per l’Abruzzo

In tutte le chiese italiane solidarietà con i terremotati. La Caritas di Roma operativa in 3 centri e in 4 frazioni dell’Aquila: 4.800 persone assistite in circa 360 tende dislocate in micro aree di R. S.

Tornimparte, Lucoli, Scoppito, le frazioni di Pettino, Sassa, Pagliare e San Marco Preturo del Comune dell’Aquila: sono queste le zone terremotate dove si dispiegherà l’intervento della Caritas diocesana di Roma e della delegazione Caritas del Lazio. È questo il frutto della riunione svoltasi questa mattina (venerdì 17 aprile) a L’Aquila per il coordinamento con le diverse diocesi impegnate per gli interventi di solidarietà. La Caritas romana – che si coordinerà con le altre Caritas regionali – opererà nella zona ad ovest del capoluogo abruzzese, nell’area che confina con il Lazio. Si tratta di un territorio che conta 7.400 residenti, 4.800 dei quali “assistiti” dopo il sisma in circa 360 tende dislocate in molte micro aree.

“Un intervento – spiega il direttore della Caritas romana, monsignor Guerino Di Tora – che sarà, almeno nella fase iniziale, di incontro con le comunità locali per comprendere meglio quali sono le necessità ed i bisogni della popolazione. Solo successivamente sarà possibile promuovere altre modalità di intervento che coinvolgano direttamente i volontari e le comunità parrocchiali». Il direttore della Caritas ricorda, inoltre, che la sofferenza e il disagio delle persone colpite dalla tragedia non si esaurirà in pochi giorni e «sarà importante essere presenti quando le luci dei riflettori e dell’emozione si spegneranno». Come già accaduto in eventi simili – Umbria e Molise – l’intervento della Caritas di Roma sarà di lungo periodo, si affiancherà all’opera della Chiesa locale e sarà particolarmente attento alle necessità delle persone e delle comunità più vulnerabili.

Intanto, oltre 500mila euro sono stati raccolti in una settimana: è stata la grande solidarietà della diocesi di Roma per i terremotati dell’Abruzzo. Donazioni sono arrivate alla Caritas diocesana da privati cittadini, dalle parrocchie, dagli istituti religiosi e da molti gruppi e associazioni. Tali manifestazioni di vicinanza e condivisione potranno continuare il 19 aprile, domenica in albis, con la colletta nazionale indetta dalla Cei. Nelle liturgie che si celebreranno in tutte le Chiese d’Italia verranno raccolti i fondi da destinare in progetti a favore della popolazione abruzzese.

La Caritas diocesana coordinerà la colletta della Chiesa di Roma: le parrocchie potranno far pervenire le offerte presso gli Uffici del Vicariato, Piazza San Giovanni in Laterano 6a (secondo piano, stanza 24) dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00, oppure potranno utilizzare il numero di conto corrente postale 82881004 (IBAN: IT77K0760103200000082881004 per bonifici bancari) intestato a “Caritas diocesana di Roma”, specificando nella causale “Colletta Terremoto Abruzzo”.

17 aprile 2009

Potrebbe piacerti anche