Giubileo lourdiano a Santa Maria in Aquiro

La possibilità di lucrare l’indulgenza plenaria in occasione del 150° anniversario delle apparizioni della Vergine di R. S.

Il 150° anniversario delle apparizioni della Vergine Maria a Lourdes ha una particolare risonanza spirituale a Roma nella chiesa parrocchiale di Santa Maria in Aquiro. In una delle sue cappelle, appositamente restaurata, si può sostare in preghiera davanti al primo quadro della Madonna di Lourdes che è esposto in Italia per la venerazione dei fedeli. Tenendo conto di questo fatto e della tradizione mariana della parrocchia, la Penitenzieria Apostolica, con decreto del 15 novembre 2007, ha concesso ai fedeli per tutta la durata del Giubileo lourdiano la possibilità di lucrare l’indulgenza plenaria, alle solite condizioni, in alcuni giorni particolarmente atti a esprimere in forme individuali o comunitarie la devozione alla Madre del Salvatore.

Dopo i giorni della novena e della festa della Madonna di Lourdes, che hanno segnato un momento spiritualmente significativo per i parrocchiani e per i numerosi pellegrini accorsi anche da lontano, l’indulgenza plenaria potrà essere lucrata ogni sabato, nelle celebrazioni liturgiche della Beata Vergine Maria, ogni giorno dei mesi di maggio e di ottobre e, infine, nella solennità dell’Immacolata Concezione, il giorno 8 dicembre di quest’anno. «Il mese di maggio – spiegano in parrocchia – offre, dunque, un’occasione propizia per vivere il giubileo lourdiano secondo le sue specifiche finalità spirituali: riscoperta personale della funzione materna di Maria, Madre del Signore e Madre nostra; rinnovato cammino nella fede e nella testimonianza del Vangelo; crescita nella comunione ecclesiale e nella solidarietà verso i poveri». Continuano intanto gli incontri di catechesi, ogni martedì alle 17.30, a Santa Maria in Aquiro: nel mese di maggio saranno dedicati in modo speciale all’approfondimento di questi valori alla luce della Parola di Dio e dell’insegnamento della Chiesa.

28 aprile 2008

Potrebbe piacerti anche