Il Pontefice in ospedale ad Aosta: una lieve frattura al polso

Benedetto XVI è scivolato nel suo chalet a Les Combes. «Non si tratta di nulla di grave», rassicura padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa della Santa Sede di R. S.

Il messaggio di auguri del cardinale Vallini

Piccola frattura al polso destro per il Papa, scivolato questa notte nel suo chalet in Valle d’Aosta. Questa mattina il Pontefice, dopo la Messa e la colazione, si è recato per accertamenti all’ospedale Umberto Parini di Aosta. Il Papa è stato quindi operato al polso destro, in anestesia locale, dai medici Manuel Mancini, primario di ortopedia dell’ospedale “Umberto Parini”, ed Enrico Visetti, primario del reparto rianimazione.

«Il Santo Padre, cadendo accidentalmente nella sua residenza, ha riportato una frattura scomposta del polso destro – recita il bollettino medico -. Sua Santità è stato perciò sottoposto ad intervento di riduzione e osteosintesi in anestesia loco-regionale, con applicazione di tutore gessato». Il direttore della Sala Stampa padre Federico Lombardi ha comunicato che già nel pomeriggio il Papa farà ritorno nello suo chalet a Les Combes.

«È chiaro che come per un parente o un amico il nostro augurio e la nostra preghiera non possono che essere rivolti alla sua pronta guarigione. È nostro vivo desiderio che si prenda tutto il tempo necessario per ristabilirsi e che in questo la permanenza valdostana possa giovargli»: così ha dichiarato il vescovo di Aosta, monsignor Giuseppe Anfossi. «La speranza è di poterlo vedere completamente ristabilito e pregare con lui i vespri, venerdì prossimo 24 luglio, in cattedrale, alla presenza di tutti i sacerdoti della diocesi e di una significativa rappresentanza dei consigli pastorali parrocchiali».

Padre Lombardi, in una dichiarazione della mattina, aveva appunto confermato che «a seguito di una caduta nella propria camera, questa notte, il Santo Padre ha riportato una lieve frattura al polso destro. Il Santo Padre in mattinata ha comunque celebrato la Messa e ha fatto colazione, successivamente è stato accompagnato all’ospedale di Aosta».

Benedetto XVI era arrivato lunedì scorso nella località di Les Combes, frazione di Introd, dove è programmato un periodo di riposo fino al 29 luglio. Il suo terzo soggiorno nella località della Valle. «Questo posto è veramente bellissimo», aveva detto appena sceso dall’elicottero. E aveva aggiunto sorridendo: «Altrimenti non sarei tornato». Ad accoglierlo, sotto la scaletta del velivolo dell’Aeronautica militare, erano stati il sindaco Osvaldo Naudin, il presidente del Consiglio regionale Alberto Cerise, dal 1989 organizzatore dei soggiorni papali in Valle (e accompagnatore nelle loro escursioni di Papa Wojtyla e di Benedetto XVI), il vescovo di Aosta, Giuseppe Anfossi, e il presidente della Regione, Augusto Rollandin.

17 luglio 2009

Potrebbe piacerti anche