Inaugurata a Ostia la Città dei mestieri e delle professioni

La struttura, in viale del Sommergibile, offre servizi di orientamento a studio, lavoro, autoimprenditorialità e formazione, in rete con altre 35 “Città” del mondo. Bordoni: «Una delle iniziative più importanti» di F. Cif.

Servizi di orientamento allo studio, al lavoro, all’autoimprenditorialità e alla formazione: arriva a Ostia, in viale del Sommergibile 11, la “Città dei mestieri e delle professioni” del municipio XIII. L’iniziativa nasce dall’adesione dell’amministrazione locale alla rete internazionale di “Cites des metiers”, presente in 35 città del mondo: un circuito che collega tutte le Città dei mestieri esistenti nei vari Paesi, mettendone in comune esperienze, metodi e opportunità.

L’accesso alla struttura, inaugurata nei giorni scorsi, è libero, gratuito, senza appuntamento ed è aperto a tutti: giovani, adulti e studenti, persone già in possesso di un’esperienza professionale, alla ricerca di un impiego o già occupati, stranieri, disabili, occupati o disoccupati, soggetti in situazione di svantaggio. All’interno della Città è possibile consultare documentazioni e materiale specializzato, ma anche usufruire di strumenti multimediali che trattano tematiche del mercato del lavoro, delle professioni e della formazione. Ancora, si può avere un supporto dagli operatori per compilare nel modo migliore un corretto curriculum, per l’orientamento professionale e formativo, oltre che per la ricerca del lavoro e la creazione di impresa.

Insieme alle istituzioni locali, sono coinvolte nella Città dei mestieri le scuole e le università, le parti sociali e datoriali, gli organismi di formazione e di orientamento territoriali e altri organismi rappresentativi a livello locale, come fondazioni, banche e associazioni. «Credo che l’inaugurazione della Città dei Mestieri – ha dichiarato l’assessore capitolino alle Attività produttive, lavoro e litorale Davide Bordoni – sia una delle iniziative più importanti che abbiamo messo in campo. È la sintesi di ciò che i cittadini si aspettano dalle istituzioni». La struttura inaugurata a Ostia per l’assessore può «fare da polo di coordinamento per rilanciare il mercato del lavoro anche collaborando proficuamente con la rete dei Centri di formazione professionale e di orientamento al lavoro, in modo da coniugare formazione professionale e occupazione. La Città dei mestieri è la dimostrazione di come si possa lavorare in sinergia per dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini e sostenerli in quella che è una vera e propria emergenza sociale».

La Città inaugurata a Ostia è la seconda aperta nel Comune di Roma. «La sede attiva nel X municipio dal 2009 – ha spiegato nel giorno dell’inaugurazione Franco Giampalmo, direttore della Città dei mestieri e delle professioni Roma e Lazio – ha circa 2mila utenti all’anno, cento a settimana. Nel 70% dei casi di tratta di over 40». I settori in cui si registrano maggiori sbocchi professionali, per Giampalmo, sono quelli «legati alla riconversione del lavoro, nuove energie, chimica, informatica, dei servizi turistici ma anche di mestieri artigianali come falegnami, calzolai e restauratori. Tra chi cerca lavoro arrivano tanti curricula di laureati in materie umanistiche: sopratutto psicologia e Dams».

La sede della Città dei mestieri e delle professioni del XIII municipio è aperta al pubblico il martedì dalle 14.30 alle 17.30, il giovedì e venerdì dalle 10 alle 13.

26 marzo 2013

Potrebbe piacerti anche