Inaugurata la nuova facciata del Teatro Argentina

Dopo un restauro durato 8 mesi, terminati i lavori per l’edificio che compie 280 anni. Il sindaco Alemanno: «Il cantiere per far arrivare il tram 8 a piazza Venezia va avanti» di R. S.

Dopo 8 mesi di lavori, la facciata del Teatro Argentina torna al suo colore originale. L’inaugurazione ieri, 27 settembre, con il sindaco Gianni Alemanno, l’assessore alle Politiche culturali Dino Gasperini, Gabriele Lavia, direttore del Teatro di Roma, e con il presidente Franco Scaglia. «Largo di Torre Argentina – ha dichiarato Alemanno – ha sempre avuto tre problemi che andavano risolti: uno riguardava la facciata del teatro, l’altro il capolinea del tram 8 e il terzo gli scavi dell’ area sacra. Oggi abbiamo risolto il primo».

I lavori sono stati effettuati in concomitanza con i 280 anni del Teatro. L’intervento di riqualificazione ha interessato il risanamento di tutte le superfici visibili dei 3 prospetti prospicienti la piazza, con il restauro degli stucchi delle finestre, la ristrutturazione degli infissi e la posa delle telecamere di sorveglianza. Sono stati inoltre sistemati gli intonaci, i fregi, serramenti e materiali lapidei che versavano in cattive condizioni non essendo stati più risanati dal 1995.

«Il cantiere per far arrivare il tram 8 a piazza Venezia va avanti – ha poi aggiunto il sindaco –. A fine marzo il capolinea sarà definitivamente a piazza Venezia. Riconsegneremo al teatro Argentina un luogo che sarà la sua naturale entrata e non più un capolinea di tram». Previsto, per la sistemazione definitiva della piazza, anche il completamento del lavoro di pulizia, restauro e l’apertura al pubblico degli scavi.

L’opera è stata possibile grazie alla collaborazione tra la Direzione regionale per i Beni culturali del Lazio, la Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici, la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma, la Soprintendenza Capitolina, il Teatro di Roma e la concessionaria di pubblicità Mecenarte. I lavori, iniziati nel gennaio 2012, e non come previsto nell’ottobre 2011 a causa di un diniego dell’autorizzazione da parte della Soprintendenza di Stato, si sono conclusi nella prima settimana di settembre.

28 settembre 2012

Potrebbe piacerti anche