L’incontro degli studenti europei

Promosso dall’Ufficio diocesano per la pastorale universitaria in collaborazione con il Consiglio delle conferenze episcopali europee (Ccee), si terrà presso l’Università di Tor Vergata di Giulia Rocchi

Un’occasione per ragionare sui progressi della ricerca scientifica e sulla situazione politica, sulle sfide dell’economia e sui cambiamenti della società, sul mondo della comunicazione e della cultura. È una riflessione a tutto tondo quella che aspetta oltre 300 giovani d’Europa, che parteciperanno all’Incontro europeo degli studenti universitari. Promosso dall’Ufficio diocesano per la pastorale universitaria in collaborazione con il Consiglio delle conferenze episcopali europee (Ccee), si terrà dal 28 aprile al primo maggio presso l’Università di Tor Vergata sul tema “Il contributo degli universitari per la costruzione di un nuovo umanesimo”.

Quattro giorni di relazioni, lavori di gruppo e celebrazioni a cui interverranno, tra gli altri, monsignor Marek Jedraszewski, vicepresidente della Commissione catechesi-scuola-università del Ccee; monsignor Nikola Eterovic, segretario generale del Sinodo dei vescovi; il vescovo ausiliare Lorenzo Leuzzi. «Abbiamo deciso di organizzare l’incontro in questo periodo perché è il primo anniversario di beatificazione di Giovanni Paolo II, che tanto ha amato i giovani – ricorda don Emilio Bettini, dell’Ufficio diocesano – e poi perché il prossimo Simposio internazionale (in programma dal 21 al 23 giugno, ndr) sarà dedicato alle nuove generazioni, su “Giovani, formazione, università”».

L’appuntamento è accompagnato da due eventi: l’incontro dei delegati nazionali di pastorale universitaria in Europa (venerdì 27 alle 15 e sabato 28 alle 9); e la tavola rotonda organizzata con il Miur, dal tema «Youth on the move. Un’agenda per nuove competenze e nuovi posti di lavoro».

24 aprile 2012

Potrebbe piacerti anche