Presto il primo Hospice pediatrico del Lazio

Accordo con il Bambino Gesù: la Regione garantisce continuità delle cure e assistenza per i pazienti tra 0 e 18 anni, dando una risposta a bambini e famiglie che affrontano la malattia oncologica di R. S.

Sarà il primo Hospice pediatrico del Lazio e a realizzarlo sarà l’ospedale Bambino Gesù, la struttura di eccellenza per l’assistenza di bambini e ragazzi fino ai 18 anni. L’obiettivo della Regione è proprio quello di garantire la continuità delle cure e dell’assistenza specialistica per i pazienti tra 0 e 18 anni. Il nuovo hospice avrà 10 posti letto e 40 domiciliari. Sarà un centro di riferimento per le cure palliative e la terapia del dolore pediatrico, non solo dal punto di vista clinico e organizzativo ma anche per quanto riguarda la formazione e la ricerca.

Il piano attuativo dovrà essere presentato entro tre mesi. Sarà la struttura ospedaliera a sostenere i costi per la costruzione della struttura, per gli impianti, la strumentazione, la dotazione alberghiera e il pagamento personale. Successivamente verrà adottato anche il sistema di tariffazione per le prestazioni in regime residenziale.

«La decisione di affidare la realizzazione di un hospice pediatrico ad una struttura d’eccellenza – ha detto il presidente, Nicola Zingaretti – colma un vuoto nel sistema sanitario regionale e fornisce una risposta ai bambini alle prese con la fatica e l’ansia derivate da una patologia oncologica e alle loro famiglie nel Lazio e nel resto del Paese. La scelta di fare della nuova struttura un centro di riferimento regionale- ha detto ancora Zingaretti- significa mettere a disposizione del nostro sistema un modello assistenziale e un patrimonio di esperienze e conoscenze che in questo modo diventa bene comune».

30 maggio 2014

Potrebbe piacerti anche