Pubblicato il Rendiconto 2013 dello Ior

Il documento annuale disponibile online sul sito internet. Al 31 dicembre, il totale dei valori affidati all’Istituto dai suoi clienti ammonta a 5,9 miliardi di euro, con un patrimonio netto di 720 milioni di euro di R. S.

Visita il sito dello Ior

Online da oggi, martedì 15 luglio, su www.ior.va, il Rendiconto annuale 2013 dell’Istituto per le opere di religione, per il momento solo in inglese. La versione italiana del rendiconto sarà pubblicata il prossimo 30 luglio. Per il momento, comunque, parlano i numeri: al 31 dicembre 2013, il totale complessivo dei valori di terzi affidati allo Ior dai suoi clienti (compresi fondi di deposito, titoli in custodia e attività detenute nei portafogli gestiti) ammontano a 5,9 miliardi di euro, con un patrimonio netto di 720 milioni di euro.

Lo Ior, soggetto alla supervisione e alla regolamentazione dell‘Autorità di informazione finanziaria (Aif), l’organismo di vigilanza finanziaria dello Stato della Città del Vaticano, è un istituto fondato il 27 giugno 1942 per decreto papale per servire la Santa Sede e i clienti della Chiesa Cattolica in tutto il mondo. Il suo scopo: «Provvedere alla custodia e all’amministrazione dei beni trasferiti o affidati all‘Istituto medesimo da persone fisiche o giuridiche e destinati ad opere di religione e carità». Per statuto, lo Iorsi impegna a «servire la missione globale della Chiesa Cattolica proteggendo e facendo crescere il patrimonio e assicurando la fornitura di servizi di pagamento in tutto il mondo per la Santa Sede e le entità correlate, gli ordini religiosi, le altre istituzioni cattoliche, il clero, i dipendenti della Santa Sede così come i corpi diplomatici accreditati».

15 luglio 2014

Potrebbe piacerti anche