San Ponziano inaugura un centro per separati e divorziati

Il 12 aprile il varo ufficiale ma la struttura, voluta dal vescovo Di Tora, è già operativa. La responsabile Giovanna Sorrenti: coinvolta tutta la prefettura. Al lavoro una équipe di professionisti volontari di Giu. Ro.

È attivo già da un paio di mesi ma sarà inaugurato ufficialmente sabato 12 aprile con un incontro alle 16.30 il Centro di prima accoglienza, di ascolto, di accompagnamento e di preghiera per i coniugi in difficoltà, separati o divorziati. Voluto dal vescovo di settore Guerino di Tora, il Centro ha sede presso la comunità di San Ponziano (via Nicola Festa 50) poiché è la parrocchia del prefetto don Manlio Asta, ma nella sua realizzazione sono stati «coinvolti tutti i sacerdoti della X prefettura», riferisce la responsabile Giovanna Sorrenti, che già si occupa di una struttura simile a San Roberto Bellarmino.

«Il Centro è diocesano, aperto a tutti, non solo ai residenti nel territorio – spiega Sorrenti -. E non è specifico per la coppie in difficoltà, i separati o i divorziati ma anche, ad esempio, per i figli che non sanno come gestire la separazione dei genitori, o magari gli insegnanti e gli educatori che si trovano ad affrontare queste problematiche». A dare sostegno e accompagnare nella ricerca delle risposte, una serie di professionisti che operano come volontari. «Tante persone non sanno che esistono strutture di questo tipo – osserva la responsabile – e neppure si immaginano di trovarle in una parrocchia. Quello che facciamo è dare speranza a quanti si rivolgono a noi, che non vengono mai giudicati, criticati o messi da parte. Cerchiamo di aiutare, dando loro parole di conforto e suggerimenti concreti, e la certezza di non essere mai soli».

Dopo quella del 12 aprile, c’è un’altra data importante da segnare in agenda per il Centro: quella del 17 maggio. «In un incontro – anticipa Sorrenti – spiegheremo le tappe di un percorso di pastorale per i separati e i divorziati che prenderà il via da ottobre e si terrà a rotazione nelle parrocchie della X prefettura, anche se pure in questo caso aperto a tutti».

Per informazioni: tel. 338.5484521, sorrenti.giovanna@gmail.com, tutti i giorni dalle 16.30 alle 20.30.

7 aprile 2014

Potrebbe piacerti anche