Un concorso letterario su storie di ragazzi difficili

«Minori al margine!» è il nome della prima edizione della competizione promossa dalla Federazione Salesiani per il sociale. Le opere dovranno pervenire entro il 31 agosto 2012 di Antonella Gaetani

Ragazzi soli, spesso difficili. Senza una famiglia o con contesti problematici. Ma chi sono questi giovani? Quali sono le loro storie? Perché il loro sorriso si è spezzato? Nasce così la prima edizione del concorso letterario nazionale riservato a opere letterarie di narrativa promosso dalla Federazione Scs/Cnos (Servizi Civili e Sociali – Centro Nazionale Opere Salesiane) Salesiani per il Sociale. Il concorso si chiama, infatti, «Minori al margine!» e vuole raccontare alcune delle storie di minori, giovani e ragazzi che si trovano ai margini della società, della città, della famiglia, dei valori. Storie vere o di fantasia, private, personali, o del proprio quartiere in cui i protagonisti sono minori del territorio italiano, che vivono condizioni di disagio ed emarginazione.

L’iniziativa vuole essere anche un modo per raccogliere contributi a favore del Fondo nazionale di emergenza per contrastare l’emarginazione e il disagio giovanile per il finanziamento dei progetti aventi come destinatari questa tipologia di minori e il sostentamento delle associazioni affiliate alla Federazione che si occupano di loro. Infatti la Federazione Salesiani per il sociale è un’associazione di enti non profit, sorta nel 1993, che attraverso le sue 26 case famiglia, 30 centri diurni, 15 strutture per dipendenze, e con l’impegno di circa 500 operatori, 5000 tra soci e volontari, accoglie ogni giorno migliaia di ragazzi in condizioni di disagio ed emarginazione sociale su tutto il territorio nazionale. E accogliere vuol dire soprattutto creare percorsi educativi e formativi per migliorare le loro condizioni di vita. Infatti, i centri giovanili e le strutture sorgono nei quartieri difficili delle grandi città.

A giudicare gli elaborati, che dovranno avere un’estensione massima di 7.500 battute, una giuria composta da nomi illustri del mondo giornalistico e letterario, come Alberto Chiara, Mariapia Bonanate, Francesco Antonioli, Fabio Geda, Livio De Marie. Oltre ai premi, gli elaborati che perverranno saranno utilizzati per la pubblicazione di una raccolta antologica delle migliori opere pervenute.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il 31 Agosto 2012, e le opere dovranno essere redatte in lingua italiana. La quota di iscrizione è sostituita da una donazione di 15 euro. Tutte le informazioni si possono trovare su www.federazionescs.org, dove è possibile scaricare il regolamento del concorso, oppure sul sito: www.clubautori.it

6 marzo 2012

Potrebbe piacerti anche