“Esorcismo e preghiera di liberazione”, corso per sacerdoti e laici

Al Regina Apostolorum, IX edizione dell’itinerario formativo, teologico e scientifico, cha affronta anche i pericoli di sette e occultismo. Tra i relatori, padre Bamonte e don Aldo Bonaiuto di R. S.

Visita il sito dell’ateneo

Al via da lunedì 5 a sabato 10 maggio la nona edizione del corso “Esorcismo e preghiera di liberazione” organizzato dall’Istituto Sacerdos dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum in collaborazione con il Gruppo di ricerca e informazione socio-religiosa di Bologna (Gris) e con il patrocinio della Congregazione per il Clero. Una settimana dedicata ad approfondire il tema dell’esorcismo, sia dal punto di vista teologico che scientifico, ma anche aiutare ad affrontare i pericoli delle sette, della magia, dell’occultismo, del satanismo. Facendo prevenzione, soprattutto tra i giovani.

Gli incontri, a cadenza quotidiana, spiegano gli organizzatori, saranno rivolti a sacerdoti e laici «che hanno un reale e concreto interesse per queste tematiche». In particolare medici, psicologi, psichiatri, catechisti, insegnanti, avvocati. «Perché l’obiettivo principale di questa iniziativa di studio – sottolineano – è “strappare” argomenti così delicati da una visione superficiale e sensazionalista». L’obiettivo non è formare nuovi esorcisti ma, più semplicemente, «offrire ai sacerdoti e ai laici partecipanti l’opportunità di acquisire strumenti utili per il loro lavoro pastorale, di informazione e di sostegno alle famiglie, soprattutto quelle colpite dal fenomeno della magia, dell’occultismo e del satanismo, in particolare quello giovanile».

I sei giorni nella struttura di via degli Aldobrandeschi 190 si apriranno con l’intervento del rettore padre Jesús Villagrasa. Seguirà, dalla sede di Bologna, l’intervento del direttore del Gris Giuseppe Ferrari, quindi la lezione inaugurale dell’arcivescovo di Ferrara Luigi Negri. Il compito di approfondire l’aspetto pastorale e spirituale sarà affidato a padre Francesco Bamonte, esorcista della diocesi di Roma e presidente dell’Associazione internazionale esorcisti. Interverranno tra gli altri, Matteo Borrini, professore di antropologia forense, e monsignor Davide Salvatori, che introdurrà gli aspetti canonici. La giornata inaugurale si concluderà con la presentazione di David Murgia, giornalista e conduttore di Vade Retro, accompagnata dalla proiezione di diversi filmati di TV2000.

Previsti approfondimenti del fenomeno anche dal punto di vista farmacologico e medico, a cura di Matteo Marti e Francesco Cecere a parlare; i lati psicologici e criminologici invece saranno spiegati da Anna Maria Giannini, docente di Psicologia generale alla Sapienza, e da Enrico De Simone, vicario del questore di Ancona. Ancora, don Aldo Buonaiuto, parroco e giornalista, curatore della rubrica “La trappola dell’occulto” su Romasette.it, si occuperà degli aspetti sociali che introdurranno la sessione di giovedì. Gli aspetti giuridici e legali saranno analizzati da Michele Nardi, sostituto Procuratore presso la Procura di Roma e da Daniela De Zordo, avvocato penalista. La giornata finirà con la presentazione di Carlo Climati, giornalista e scrittore, sul fenomeno del satanismo giovanile. Venerdì sarà padre François Dermine, socio fondatore e Presidente nazionale del GRIS, ad occuparsi degli aspetti pastorali e spirituali.

La conclusione del corso, nella mattinata di sabato 10, sarà dedicata al ministero dell’esorcismo. Il tema sarà trattato durante una tavola rotonda a cui parteciperanno, da Roma, padre Francesco Bamonte e monsignor Helmut Moll e, da Bologna, padre Mario Mingardi e padre Massimo Giustozzo.

Per informazioni: tel. 06.66543897, www.upra.org.

1° aprile 2014

Potrebbe piacerti anche