L’omaggio di Francesco al beato Giovanni Paolo II

Nell’ottavo anniversario della sua morte il Santo Padre si è recato alla tomba di Papa Wojtyla, sostando a lungo inginocchiato in preghiera. Quindi si è soffermato davanti alle tombe di Giovanni XXIII e san Pio X di R. S.

Dopo la chiusura serale della basilica di San Pietro, ieri, martedì 2 aprile, Papa Francesco ha voluto rendere omaggio a Giovanni Paolo II, nell’ottavo anniversario della morte, il 2 aprile 2005. Intorno alle 19, quindi, accompagnato dal segretario personale monsignor Alfred Xuereb e dall’arciprete della basilica vaticana, il cardinale Angelo Comastri, si è recato a visitare la sua tomba, nella Cappella di San Sebastiano.

Il Santo Padre, informano dalla Sala stampa vaticana, ha sostato a lungo inginocchiato in preghiera silenziosa davanti alla tomba del Papa beato; quindi si è fermato in raccoglimento anche davanti alle tombe del beato Giovanni XXIII e di san Pio X. Tappe che esprimono tutte, come già la visita alle Grotte vaticane e alla Tomba di Pietro, la profonda continuità spirituale del ministero petrino, che Francesco «vive e sente intensamente». A dimostrarlo anche i ripetuti colloqui telefonici con il suo predecessore, Benedetto XVI, al quale fin dalla sera dell’elezione è andato il suo ricordo e la sua preghiera.

Proprio Papa Wojtyla aveva nominato vescovo, nel 1992, Jorge Mario Bergoglio, creandolo successivamente cardinale nel 2001.

3 aprile 2013

Potrebbe piacerti anche