A Santa Maria delle Grazie la preghiera per monsignor Castoro

I funerali dell’arcivescovo di Manfredonia saranno celebrati dal cardinale Pietro Parolin a San Giovanni Rotondo. Nel pomeriggio una Messa anche a Santa Maria delle Grazie dove Castoro visse per 11 anni

Si terranno alle 16 di oggi, lunedì 7 maggio, i funerali di monsignor Michele Castoro, arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, morto a 66 anni dopo una dolorosa malattia. La salma del vesvovo è stata esposta nella cappella grande di Casa Sollievo della Sofferenza di cui era presidente. La salma, trasferita poi a Manfredonia, è stata esposta nella cattedrale. I funerali saranno celebrati nella Chiesa nuova di San Pio da Pietrelcina e saranno trasmessi in diretta da Padre Pio Tv. Alle 18.30, a Roma, nella parrocchia di Santa Maria delle Grazie al Trionfale, verrà celebrata una Messa di suffragio. La comunità era ancora molto legata a monsignor Castoro, avendo lui vissuto nella canonica della chiesa quando era impegnato a Roma, alla Congregazione per i vescovi, per ben 11 anni.

Ordinato sacerdote nella Cattedrale di Altamura nel 1977, in seguito (dal 1996) capo ufficio presso la Santa Sede presso la Congregazione per i vescovi, quindi il 14 maggio 2005 papa Benedetto XVI lo ha voluto vescovo di Oria (Brindisi) e il 15 luglio 2009 arcivescovo nell’attuale diocesi in cui rientra anche San Giovanni Rotondo. Nel 2009 ha chiuso l’ostensione straordinaria delle spoglie di San Pio da Pietrelcina (iniziata il 24 aprile 2008) dopo la ricognizione del corpo del santo; nel 2013 ha annunciato l’ostensione permanente del corpo di San Pio da Pietrelcina. Dopo la celebrazione esequiale a San Giovanni Rotondo, il feretro arriverà nella cattedrale di Altamura nella serata di lunedì 7 maggio. L’indomani, martedì 8, alle 16, sempre in cattedrale l’arcivescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti Giovanni Ricchiuti celebrerà la Messa esequiale.

 

7 maggio 2018