Adoratori: la conclusione del percorso formativo

Sabato 24 giugno celebrazione a Santa Croce e la preghiera a San Giovanni per gli animatori dell’adorazione permanente impegnati in 45 parrocchie della diocesi

La Messa a Santa Croce in Gerusalemme, il breve pellegrinaggio a piedi e poi la preghiera conclusiva nella basilica di San Giovanni in Laterano, in coincidenza con la solennità della natività di san Giovanni Battista. È questo lo schema che seguirà l’incontro degli adoratori di Roma, in programma per  sabato 24 giugno, a partire dalle 10. Si tratta dell’appuntamento conclusivo del percorso di formazione che, in questo anno pastorale 2022-2023, ha coinvolto quanti prestano servizio come adoratori, nelle 45 parrocchie della diocesi dove si tiene l’adorazione permanente.

«C’è stata molta partecipazione ai tre incontri proposti – sottolinea il vescovo Paolo Ricciardi, referente degli adoratori -, che nei temi richiamavano i tre Cantieri di Betania. Vertevano infatti su giovani ed Eucaristia, Parola ed Eucaristia ed Eucarestia e vita. È importante dare un percorso comune alle diverse realtà parrocchiali». Concorda Dina Forzinetti, che presta servizio come adoratrice nella parrocchia di San Giovanni Battista de La Salle e che ha assunto il ruolo di coordinatrice degli adoratori romani. «È stato un percorso all’insegna della condivisione – riflette – poiché abbiamo avuto occasione di condividere le diverse esperienze. Dopo ogni incontro ci è stata data la possibilità di esprimerci attraverso dei gruppi di lavoro, e questo è stato molto importante». Si è trattato dal secondo anno in cui è stata fatta questa proposta agli adoratori, e già si sta iniziando a programmare il cammino per il 20232024.

22 giugno 2023