Aisla e Barbera d’Asti contro la Sla

Il 16 settembre l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica celebra la giornata sulla Sla con 300 volontari che venderanno 15mila bottiglie di vino per raccogliere fondi per l’assistenza

Sono 15mila le bottiglie di Barbera d’Asti DOCG che i volontari dell’Aisla, Associazione italiana sclerosi amiotrofica, venderanno in 150 piazze d’Italia domenica prossima, 16 settembre. L’iniziativa, resa possibile grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e dell’Unione Industriale della Provincia di Asti e di Dmo Piemonte Marketing, sarà portata avanti da più di 300 volontari dell’associazione.

I fondi raccolti saranno utilizzati da Aisla, presente sul territorio italiano con 63 rappresentanze territoriali in 19 regioni, per sostenere e ampliare l’Operazione Sollievo, progetto che consiste nel sostenere gratuitamente i malati di Sla con aiuti concreti come contributi economici per le famiglie in difficoltà che hanno bisogno di una badante e di strumenti per l’assistenza (letti speciali, comunicatori) e consulenze psicologiche legali e fiscali. Con l’Operazione Sollievo, avviata nel 2013, Aisla ha potuto aiutare 300 famiglie destinando oltre 560.000 euro raccolti grazie alle donazioni della Giornata Nazionale.

I volontari di Aisla saranno presenti a Roma in piazza Madonna dei Monti. Quest’anno, grazie al sostegno di Fondazione Mediolanum Onlus, inoltre, verranno raccolti fondi da destinare al progetto “Baobab” che per la prima volta al mondo si occuperà, attraverso uno studio scientifico, di scoprire difficoltà, stati d’animo, paure ed emozioni di bambini e preadolescenti (8-13 anni) con un genitore colpito dalla Sla con l’obiettivo di individuare soluzioni che possano aiutare le famiglie a seguire la crescita dei figli nel modo migliore pur in una situazione di così grande difficoltà.

Il progetto sarà sostenuto interamente da Fondazione Mediolanum Onlus che raddoppierà la somma raccolta nelle piazze, fino a un massimo di 100mila euro. Lo studio scientifico sarà portato avanti dal Gip-Sla, il Gruppo Italiano Psicologia Sla che si è costituito nel 2012 all’interno di Aisla, in collaborazione con i professori della Facoltà di Psicologia dell’Università di Padova.

 

12 settembre 2018