Congiuntivite, irritazione o dislocazione della lente a contatto, ma anche rinite, sinusite, presenza di corpo estraneo nell’occhio, nel naso o nell’orecchio. Sono solo alcuni dei casi che danno diritto al nuovo percorso rapido attivato al Pronto Soccorso del Fatebenefratelli, all’Isola Tiberina: i pazienti con emergenze oculistiche o otorinolaringoiatriche, ammessi al triage con codici non prioritari, saranno indirizzati direttamente dall’infermiere triagista, previo inquadramento clinico, all’ambulatorio di Oculistica o di Otorinolaringoiatria. Qui il paziente sarà visitato dal medico specialista per gli opportuni controlli e quindi dimesso.

Si tratta, dunque, di percorsi rapidi specialistici ambulatoriali, conosciuti a livello internazionale come “Fast Track”, che saranno attivi nell’ospedale dell’Isola Tiberina dal lunedìn al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato fino alle 14. L’obiettivo, spiega il direttore dell’Unità di Pronto Soccorso Sergio Timpone, è quello di «diminuire il sovraffollamento complessivo che si riscontra nei dipartimenti di emergenza e ridurre i tempi di attesa dei pazienti non prioritari, con conseguente contenimento dei casi di abbandono dell’iter. Gli studi internazionali portati avanti negli ultimi 20 anni su sistemi di Fast Track – continua – ne hanno dimostrato i benefici ottenuti in questo senso, senza compromettere la qualità dell’assistenza».

21 febbraio 2017