Una raccolta di immagini ma anche un vero e proprio percorso guidato che accompagna verso vari modi di interpretare la misericordia. È la mostra fotografica “Non passarci sopra” presentata ieri, 18 ottobre, al Censi, nell’ambito delle iniziative legate al Giubileo della Misericordia, aperta al pubblico all’interno della galleria vetrata della Stazione Tiburtina dal 20 ottobre al 4 novembre, tutti i giorni dalle 6 alle 23. Un’esposizione allestita a terra, su un percorso di 300 metri quadri sul quale passano ogni giorno migliaia di persone, tra frequentatori della stazione e viaggiatori, attraverso il quale gli enti espositori (organizzazioni non profit, associazioni, fondazioni e aziende, italiane e straniere) hanno condiviso con uno scatto il proprio modo di intendere la misericordia.

Il percorso fotografico si sviluppa seguendo quattro sentieri tematici: Il futuro di tutti è un futuro per tutti (giovani, bambini, futuro); Soffre di meno chi non soffre da solo (malati, anziani); Per non far affondare l’umanità (immigrati, profughi, terzo mondo); Ne uccide più la solitudine che… (solitudine, periferia urbana). Incamminandosi nei vari sentieri il visitatore potrà entrare in contatto con alcuni esempi di situazioni di bisogno, da una parte, e con modelli di valore sociale prodotto attraverso la gratuità, dall’altra. Le foto saranno disponibili a partire dal 20 ottobre anche online.

Insieme alla mostra partirà anche il programma di visite “Lasciarsi toccare il cuore” a cui prenderà parte una delegazione interreligiosa che andrà a visitare nelle periferie di Roma alcune realtà di solidarietà.

19 ottobre 2016