Al Gemelli un nuovo reparto di neuropsichiatria infantile

Nasce nel policlinico universitario un modello unico in Italia per l’assistenza ai piccoli con disabilità neuromuscolari e alle loro famiglie, nell’Unità operativa diretta da Eugenio Mercuri di R. S.

Il Policlinico universitario Agostino Gemelli inaugura giovedì 4 aprile, alle 14.30, il nuovo reparto di neuropsichiatria infantile. Un modello unico in Italia in particolare per l’assistenza ai bambini con disabilità neuromuscolari e per le loro famiglie, dotato delle tecnologie più avanzate e con arredi a misura di bambino, allegri e coloratissimi.

Il nuovo reparto, dotato anche di un clinical trial centre, è stato realizzato grazie all’impegno dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e della direzione del Policlinico Gemelli, con il contributo di Enel Cuore onlus e con la collaborazione dell’associazione Famiglie Sma (Genitori per la ricerca sull’Atrofia muscolare spinale).

Tecnologie avanzate e un ampio panorama di competenze mediche, dunque, per il reparto che si trova al terzo piano del Gemelli, all’interno dell’Unità operativa di Neuropsichiatria infantile diretta da Eugenio Mercuri. All’inaugurazione interverranno rappresentanti dell’associazione Famiglie Sma, Paolo Iammatteo, consigliere di Enel Cuore onlus, il direttore del Policlinico Gemelli Maurizio Guizzardi e il preside della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica Rocco Bellantone.

3 aprile 2013

Potrebbe piacerti anche