Bambini vittime di abusi, Valastro: «Necessario fare di più»

Il presidente Cri interviene nella Giornata internazionale dei bambini innocenti vittime di aggressioni. «Comprendere e lenire le sofferenze dei piccoli, a Gaza e non solo»

Nella Giornata internazionale dei bambini innocenti vittime di aggressioni, che si celebra oggi, 4 giugno, il presidente di Croce rossa italiana Rosario Valastro interviene per affermare che «oggi più che mai, con quanto accade nella Striscia di Gaza, con le immagini che giungono ai nostri occhi dal 7 ottobre dello scorso anno, a 42 anni dall’istituzione di questa Giornata, è importante ribadire la necessità di un impegno ancora più forte da parte della comunità internazionale alla protezione dei diritti e, con essi, delle vite dei bambini».

Valastro ricorda la proclamazione della Giornata da parte dell’Assemblea Onu, il 4 giugno 1982. «Fu istituita per mettere in evidenza l’altissimo numero di bambini vittime del violento conflitto in Medio Oriente», evidenzia. Una sofferenza, la loro, che oggi si ripete «non solo nelle zone di guerra, perché in tutto il mondo – prosegue – i piccoli sono spesso esposti a violenze invisibili, a volte non ascoltate o difficili da riscontrare. Dobbiamo tutti fare di più per comprendere e lenire le sofferenze di quanti di loro non sono solo vittime delle atrocità di un conflitto ma anche di abusi e violenze», è la conclusione del presidente Cri.

4 giugno 2024