Belgio sotto attacco. Bombe in aeroporto e metropolitana

Attentati all’aeroporto e in due stazione del metrò. Almeno 21 le vittime, molti i feriti. Evacuata la stazione centrale ferroviaria di Bruxelles

Attentati all’aeroporto e in due stazione metro. Almeno 21 le vittime, molti i feriti. Evacuata la stazione centrale ferroviaria. Renzi: «Con il cuore e la mente a Bruxelles»

Poco prima delle 8 di questa mattina, martedì 22 marzo, due esplosioni hanno devastato la sala del check in di American Airlines all’aeroporto internazionale di Zaventem, il principale scalo di Bruxelles, a circa 15 chilometri dal centro città. Un attacco suicida, secondo le prime ricostruzioni. Poco dopo due altre bombe sono esplose nel cuore di Bruxelles, alle fermate di metro Malebeek e Schumann, a pochi passi dalle istituzioni europee. L’intera rete metropolitana è stata chiusa. Evacuata anche la stazione centrale ferroviaria di Bruxelles. L’allarme sicurezza innalzato al livello 4: quello di massima allerta.

L’attacco al cuore dell’Europa segue di tre giorni l’arresto di Salah Abdeslam, il principale ricercato per gli attentati che hanno devastato Parigi il 13 novembre scorso, in seguito al quale la procura belga veva lanciato l’allarme per il timore di ritorsioni da parte dei complici ancora in libertà. Il primo bilancio è di 21 morti e almeno 25 feriti. I media riferiscono di testimoni che avrebbero udito grida in arabo prima delle deflagrazioni. La rete pubblica belga Vrt ha parlato di «un attacco suicida». Appare certo, comunque, che si sia trattato di due ordigni; altri simili sarebbero stati ritrovati abbandonati in due zaini al desk delle partenze. Convocato il Consiglio di sicurezza nazionale e chiuso immediatamente ogni colelgamento con l’aeroporto; i passeggeri sono fuggiti a piedi dallo scalo.

Confusione e incertezza anche nel centro cittadino, dove alle 9.15 si è sentita un’esplosione nella stazione di metropolitana Maelbeek, a due passi dalle istituzioni europee. Testimoni hanno riferito anche di un’altra esplosione alla metro Schuman, sempre nella zona dove si trovano le istituzioni dell’Unione europea. Chiuse tutte le stazioni della metropolitana. La città al momento è blindata, con l’esercito in strada e ilt raffico completamente paralizzato. Sospesi anche tutti i voli diretti a Bruxelles dall’aeroporto di Fiumicino. Su Twitter arriva, a caldo, il commento del premier italiano Matteo Renzi: «Con il cuore e la mete a Bruxelles, Europa»

22 marzo 2016