Coronavirus, nel Lazio 23 casi positivi

14 quelli riferiti alla cosa del focolaio al San Raffaele Pisana, che raggiunge un totale di 55 contagi. Aumentano ancora i guariti, che raggiungono quota 4.515

Il focolaio del San Raffaele Pisana al centro della video conferenza di ieri pomeriggio, 9 giugno, della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl, Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù, alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. Il dato annunciato: 23 casi positivi, di cui 14 riferibili, appunto, al focolaio dell’Irccs San Raffaele Pisana. Si tratta, ha chiarito D’Amato, di «pazienti che dopo alcuni giorni dalla dimissione dalla struttura hanno sviluppato la positività».

C’è stato anche un decesso, allo “spoke” dello Spallanzani di Casal Palocco, di un paziente residente in provincia di Rieti che aveva svolto un periodo di degenza in riabilitazione presso la struttura. Per quanto riguarda invece i primi 702 test effettuati ai drive-in, sono risultati positivi in 5: 3 a Casal Bernocchi e 2 all’ex ospedale Forlanini. I casi segnalati risultano nei territori della Asl Roma 1, Asl Roma 3, Asl Roma 4, Asl Roma 5 e Asl Roma 6. «Il caso di Asl Roma 5 ha generato 17 contatti per un totale di contact tracing di oltre 100 unità e al momento 9 casi positivi confermati», ha riferito l’assessore. Oggi, 10 giugno, ripartono i test sugli operatori e sui pazienti nella struttura Irccs San Raffaele Pisana, «dove al momento non risultano positivi». Proseguono intanto le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le forze dell’ordine.

I decessi, complessivamente, sono stati 3, mentre continua a crescere il numero dei guariti:« 65 nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 4.515 unità», ha riferito ancora D’Amato. Prosegue intanto la distribuzione dei dispositivi di protezione individuale nelle strutture sanitarie: nella giornata di ieri, 9 giugno, sono state distribuite 168mila mascherine chirurgiche, 47mila maschere FFP2, 5.700 maschere FFP3 e 3.400 tute.

10 giugno 2020