Elezioni europee: il 64% dei giovani vuole andare a votare

I dati dell’Eurobarometro. Schinas (Commissione Ue ): «Il loro impegno è essenziale per il futuro. Possono plasmare le politiche che riguarderanno la loro vita»

Stando ai dati dell’Eurobarometro, sono 64 su 100 i giovani europei interessati alle elezioni per l’Europarlamento e intenzionati a votare. Un numero che «dà adito a speranze», commenta il vice presidente della Commissione Ue Margaritis Schinas. «L’impegno dei giovani europei nelle elezioni europee è essenziale per il futuro della nostra Unione – prosegue -. Esprimendo il loro voto, possono plasmare le politiche che riguarderanno la loro vita. Le elezioni del 2019 hanno registrato un forte aumento della partecipazione giovanile. Nell’attuale periodo turbolento, sono ottimista che il 2024 ci ritroverà questa tendenza positiva per consentire alla nostra democrazia europea di prosperare».

A commentare i dati anche Iliana Ivanova, commissario con delega alla Gioventù. «Con la nostra recente comunicazione sui giovani abbiamo illustrato le modalità per coinvolgerli maggiormente nel processo politico e decisionale –  ricorda -. È fondamentale che abbiano voce in capitolo nelle decisioni che plasmeranno la loro vita. Per questo motivo è incoraggiante vedere questi risultati, dimostrando che molti giovani sono attivi e impegnati e prevedono di votare. Tuttavia – rimarca -, vi sono ancora troppe persone che non sono interessate a partecipare al processo democratico. Dobbiamo coinvolgerle e garantire che anche le loro voci saranno ascoltate».

14 maggio 2024