Fede e arte in un ciclo di incontri dell’Ufficio catechistico

Quattro appuntamenti per raccontare “Ordine e disordine” nell’annuncio della salvezza e nella sua rappresentazione

Quattro appuntamenti, coordinati da monsignor Lonardo, per raccontare “Ordine e disordine” nell’annuncio della salvezza e nella sua rappresentazione

Raccontare di  quei numeri che ricorrono frequentemente nella Bibbia come il 7, il 3 o il 12, e di come sono stati rappresentati nell’arte. Parte da qui il ciclo di incontri «1, 3, 7, 12, infinito. Ordine e disordine nell’annunzio della fede e nella rappresentazione artistica» promosso dall’Ufficio catechistico diocesano che inizia oggi, lunedì 4 maggio, alle 21, a Santa Maria in Vallicella.

«Partendo dall’Apocalisse – spiega il direttore dell’Ufficio, monsignor Andrea Lonardo, coordinatore degli incontri – sono molte le cifre simboliche che poi ritornano in tutta la Sacra Scrittura. Ma non c’è confusione, tutto risponde a un ordine che si racchiude nella logica dell’amore».

Si parte con «La rappresentazione dei “misteri” nella chiesa di Santa Maria in Vallicella», proprio nella chiesa di via del Governo Vecchio. L’11 maggio invece, sempre alle 21, l’incontro si svolgerà nella chiesa di San Sebastiano fuori le Mura. Il tema: «Le 7 chiese e le 7 domande del Padre nostro». «I 12 articoli di fede e la rappresentazione della Trinità» è invece l’oggetto della riflessione del terzo incontro, il 18 maggio alle 21 nella chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini. L’ultimo incontro infine è in programma per il 25 maggio, stesso orario, nel monastero dei Santi Quattro Coronati, dedicato a «I 7 vizi e le 7 virtù nel ciclo dei 12 mesi e delle arti nell’Aula Gotica dei Santi Quattro Coronati». A conclusione del ciclo, sabato 30 maggio, è prevista una visita di studio a Orvieto e Bolsena.

Per informazioni: www.ucroma.it.

4 maggio 2015