Il Cinema va a scuola: aperte altre due arene

Dopo il liceo classico Mamiani, grandi schermi anche nelle scuole di Cornelia e San Saba. In programma i Manetti Bros con “Song e’ Napule”

Dopo il liceo classico Mamiani, grandi schermi anche nelle scuole di Cornelia e San Saba. In programma i Manetti Bros con “Song e’ Napule”

Proiezioni all’aperto in quattro tra istituti e atenei capitolini in centro e in periferia. Un cartellone che presenta non solo i grandi campioni del box-office ma anche le migliori pellicole indipendenti della stagione, le opere prime, con un occhio di riguardo per temi legati a giovani e formazione. Si tratta di “Il cinema va a scuola”, la rassegna organizzata dall’assessorato alla Scuola di Roma in collaborazione con i Municipi I e XIII, l’Università La Sapienza e il network “Arene di Roma”.

Mentre proseguono le proiezioni nel liceo Mamiani di Prati, ieri sera – 15 luglio – ha aperto l’Arena San Saba, nel cortile della scuola primaria Leopoldo Franchetti, in piazza Remuria. Oggi, giovedì 16 luglio, sarà la volta dell’Arena Cornelia, che porterà nell’istituto comprensivo di via Cornelia 73 i grandi film e le pellicole indipendenti. Appuntamento alle ore 21.15 con il film “Song e’ Napule” dei Manetti Bros.

Il 24 luglio, infine, nell’Arena Chiostro della Facoltà di Ingegneria dell’Università La Sapienza di San Pietro in Vincoli farà da cornice ad un grande evento dedicato al cinema con la partecipazione dell’assessore Masini e del rettore della Sapienza Eugenio Gaudio. «Quello delle arene nelle scuole è un progetto che pensa fortemente alla vocazione di questa città e rappresenta la nostra idea di scuole aperte e condivise», ha detto l’assessore alla Scuola Paolo Masini.

«Grazie alla collaborazione dei dirigenti e delle comunità scolastiche e universitarie trasformiamo per tutta l’estate i luoghi della formazione in spazi tutti da vivere: scuole e università diventano l’occasione per incontrarsi fuori dall’orario scolastico e punti di riferimento per la vita serale, in centro come in periferia».

 

16 luglio 2015