Informazione religiosa, al via la IV edizione del Premio De Carli

Iscrizioni aperte fino al 30 giugno. Partecipazione aperta ai giornalisti di carta stampata, radio, tv e nuovi media, in testate sia nazionali che estere

Iscrizioni aperte fino al 30 giugno. Partecipazione aperta ai giornalisti di carta stampata, radio, tv e nuovi media, in testate sia nazionali che estere

Destinato ai giornalisti che operano nell’ambito dell’informazione religiosa il Premio “Giuseppe De Carli”, che giunge quest’anno alla quarta edizione. Si può partecipare, entro il 30 giugno, con lavori dedicati al tema centrale dell’informazione religiosa declinata nei suoi vari aspetti, pubblicati o trasmessi tra il 1° giugno 2015 e il 31 dicembre 2016. Carta stampata, emittenza radiofonica, televisiva e nuovi media: il Premio comprende tutti i settori della professione giornalistica. In più, è possibile partecipare sia da testate nazionali che estere.

Il Premio, spiegano dall’associazione De Carli, sarà attribuito a «quegli operatori dell’informazione che si saranno distinti per qualità e professionalità, a insindacabile giudizio di una Giuria composta da giornalisti, docenti universitari, operatori della comunicazione, religiosi e persone che hanno lavorato a stretto contatto con Giuseppe De Carli».

Ancora, facendo propria la particolare attenzione che il vaticanista scomparso nel 2010 riservava ai giovani che si affacciavano alla professione giornalistica, l’associazione che ne porta avanti l’impegno professionale e non solo propone anche in questa nuova edizione del Premio la categoria specifica Giovani, riservata a quanti, alla data del 31 dicembre 2016, non abbiano superato il 30º anno d’età.

Il Premio è promosso con la collaborazione della Pontificia Università della Santa Croce e della Pontificia Facoltà teologica “San Bonaventura” e gode del patrocinio degli organismi di categoria e del contributo della Editrice Shalom. Regolamento e scheda di iscrizione sono disponibili online, sulle pagine web dell’associazione De Carli.

9 febbraio 2017