Istat, l’Italia torna in deflazione

L’Istituto di statistica conferma il dato; dopo la variazione nulla di dicembre, l’indice su gennaio si attesta al -0.6%, ai minimi dal 1959

L’Istituto di statistica conferma il dato; dopo la variazione nulla di dicembre, l’indice su gennaio si attesta al -0.6%, ai minimi dal 1959

 L’Italia torna in deflazione. L’Istat abbassa l’indice allo 0,6% nel confronto annuo, cosa che non accadeva dal settembre del 1959. Su base mensile il calo è dello 0.4%. A gennaio tutti i capoluoghi di regione e le province autonome sono in deflazione, eccetto Bolzano (+0,3%). Per il resto, su base annua, sono tutti segni meno, dal -1,1% di Firenze al -0,1% di Palermo. Guardando a tutte le grandi città (oltre 150mila abitanti) non se ne salva nessuna, giusto Parma presenta un indice fermo.

Per il carrello della spesa a gennaio i prezzi sono fermi, mentre l’Istat sottolinea per l’intero Paese un calo dello 0.6%. Su base annua i beni alimentari, quelli per la cura della casa e della persona tengono, tamponando la discesa dello scorso dicembre. Sul mese segnato un rialzo dello 0.5%

20 febbraio 2015