Kosovo: i militari italiani della missione Nato donano attrezzature ospedaliere

Offerte all’organizzazione ospedaliera Health centre del comune di Pec/Peje 2 macchine per ossigeno, un’autoclave da 23 litri e 30 saturimetri e inalatori

Materiali indispensabili per garantire le cure necessarie durante la pandemia di coronavirus: 2 macchine per ossigeno, un’autoclave da 23 litri e 30 saturimetri e inalatori professionali. È la donazione consegnata nei giorni scorsi dai militari del 1° Reggimento artiglieria da montagna della Brigata alpina taurinense, contingente militare italiano del Regional Command West della missione Nato Kfor, all’organizzazione ospedaliera Health centre del comune di Pec/Peje in Kosovo.

A darne notizia è il sito del ministero della Difesa italiano, che informa anche che la donazione rientra nell’ambito delle attività della Cimic, Cooperazione civile-militare, con progetti sanitari, scolastici, sportivi e infrastrutturali in favore della popolazione locale, in particolare le fasce più deboli, previsti dalla Risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite.

4 marzo 2021