Madre Rosetta Marchese: si apre la causa di beatificazione

Al via l’inchiesta diocesana su vita, virtù eroiche e fama di santità della suora delle Figlie di Maria Ausiliatrice, morta di leucemia nel 1984 a Roma

Inizia il cammino verso l’onore degli altari per madre Rosetta Marchese, religiosa professa dell’Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice, nata ad Aosta il 20 ottobre 1922 e morta a Roma l’8 marzo 1984, per una leucemia. Questa mattina, venerdì 30 aprile, si è aperta nell’Aula Magna del Tribunale ordinario della diocesi di Roma la fase diocesana della causa di beatificazione, con il postulatore padre Pierluigi Cameroni, salesiano, e la vice postulatrice suor Francesca Caggiano, anche lei delle Figlie di Maria Ausiliatrice.

Un ambiente, quello delle Figlie di Maria Ausiliatrice, che madre Rosetta conobbe fin da bambina, frequentando le suore e maturando così la sua fede e il suo ideale di consacrazione totale a Dio. Dopo la prima professione religiosa, nel 1941, completò gli studi all’Università Cattolica del Sacro Cuore, laureandosi in Lettere. Dal 1947 al 1958 fu insegnante e vicaria nella casa missionaria “Madre Mazzarello” di Torino, dove seguì con particolare attenzione le giovani suore che si preparavano a partire per le missioni. Dal 1958 al 1974 svolse compiti di animazione e di governo in Sicilia, a Roma, in Lombardia.

Il Capitolo generale XVI del 1975 la elesse consigliera visitatrice. Il Capitolo generale XVII, al primo scrutinio del 24 ottobre 1981, la eleggeva Superiora generale. A distanza di soli otto mesi dalla sua elezione, giunsero le prime avvisaglie della leucemia che si rivelerà subito nella sua inesorabilità. Nella circolare del 24 ottobre 1982, madre Rosetta concludeva il suo insegnamento augurando a tutte le sue figlie di lasciarsi contagiare da Don Bosco «di nostalgia acuta del “bel Paradiso”», per entrare nella via della santità «con una volontà senza ritorni». «La mèta è unica: arrivare in Paradiso con tutti i giovani per cui abbiamo donato e consumato l’esistenza».

30 aprile 2021