Nasce Agevol’Up, dedicata ai ragazzi fuori famiglia

L’iniziativa di Agevolando per care leaver e operatori, per dare vita a «un luogo virtuale in cui incontrarsi e scambiarsi informazioni ed esperienze»

È online Agevol’Up, la prima WebApp italiana dedicata ai ragazzi e alle ragazze care leaver (cresciuti in comunità, affido o casa-famiglia) e agli operatori (educatori, assistenti sociali, psicologi ma anche giornalisti e non solo) che lavorano nel settore dell’accoglienza e dell’accompagnamento all’autonomia. Un progetto che «ha coinvolto in modo condiviso e partecipato ragazzi, volontari e collaboratori dell’associazione Agevolando, la prima associazione di care leaver in Italia», si legge nella presentazione, e che è stato realizzato anche grazie alla collaborazione con Cnca (Coordinamento nazionale comunità di accoglienza) e con il contributo del ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

L’obiettivo, spiegano da Agevolando, è quello di dare vita a «un luogo virtuale in cui incontrarsi e scambiarsi informazioni ed esperienze», mettendo in contatto i care leaver e permettendo loro di organizzarsi, programmare eventi, comunicare e sentirsi partecipi di un progetto che li vede come un gruppo in movimento e in costante crescita. In concreto, la sezione “Eventi” mostra gli eventi disponibili su tutto il territorio nazionale, taggati e suddivisi in base alla località geografica e alla tipologia. “Care point” è il punto d’incontro tra gli operatori e i care leaver, una sezione che mostra tutta la mappatura sul territorio italiano ed europeo dei “care point” (sedi di Agevolando, Sportelli del neomaggiorenne, i riferimenti di altre associazioni in Italia e in Europa che si occupano dei care leaver). “Community” infine, cuore nevralgico della WebApp, è il punto di aggregazione che permette di dialogare con i propri amici inviando messaggi diretti o accedendo alla chat Telegram. Ogni utente infatti ha a disposizione il proprio profilo personalizzabile e modificabile in base alle proprie necessità.

«Una applicazione dedicata ai care leaver sarà lo strumento capace di ridurre le distanze tra i territori del nostro Paese e tale vicinanza potrà offrire a tutti loro pari diritti e opportunità attraverso l’informazione, la conoscenza e la condivisione di buone pratiche e di concrete soluzioni, in un’ottica relazionale e generativa, in stretta sinergia con operatori, istituzioni, e cittadinanza – commenta Federico Zullo, presidente di Agevolando -. Il nostro sogno è che ogni ragazzo o ragazza in comunità o casa-famiglia possa accedere all’app e utilizzarla, in modo che diventi per tutti un punto di riferimento utile».

30 marzo 2021