A partire dal prossimo mese di ottobre, si svolgerà ogni anno in Italia la Settimana nazionale della Protezione civile, in corrispondenza del 13 ottobre, data in cui si celebra la Giornata internazionale   per la riduzione dei disastri, designata dall’Onu. A stabilirlo è una direttiva del presidente del Consiglio dei ministri del 1° aprile scorso, pubblicata in Gazzetta Ufficiale martedì 21 maggio.

Dal Dipartimento di Protezione civile spiegano che si tratta di un’iniziativa «volta in particolare alla diffusione sul territorio nazionale della conoscenza e della cultura di protezione civile, allo scopo di promuovere tra i cittadini l’adozione di comportamenti consapevoli e di misure di autoprotezione, nonché a favorire l’informazione alle popolazioni sugli scenari di rischio, le buone pratiche da adottare e la conoscenza sulla moderna pianificazione di protezione civile». Con queste finalità dunque ogni anno verranno promosse campagne di «informazione e comunicazione finalizzate a sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare i giovani, sui temi della protezione civile e della resilienza, sulla riduzione dei rischi e della conoscenza delle capacità operative e di intervento delle diverse articolazioni del Servizio».

Il capo Dipartimento Angelo Borrelli si definisce «profondamente orgoglioso» per l’istituzione della Settimana, che «oltre a rappresentare un significativo riconoscimento per il lavoro che svolgiamo, è un’occasione fondamentale per diffondere i temi di protezione civile tra tutti i cittadini. Il nostro – sottolinea – è un Paese esposto a numerosi rischi naturali ma ogni cittadino adottando comportamenti corretti può contribuire a ridurre gli effetti di eventuali calamità. Non a caso è stata scelta la data del 13 ottobre per celebrare questo evento, che coincide con la Giornata internazionale Onu per la riduzione dei disastri naturali».

23 maggio 2019