Registrazione web per varcare la Porta Santa a San Pietro

Attiva da ottobre una sezione del sito www.im.va per favorire una visita guidata dei pellegrini. Accesso libero per le altre basiliche

Attiva da ottobre una sezione del sito www.im.va per favorire una visita guidata dei pellegrini. Accesso libero per le altre basiliche

Un percorso pedonale ad hoc per un breve pellegrinaggio, la registrazione on line per l’accesso alla Porta Santa della basilica di San Pietro, un aggiornamento del calendario degli eventi. Sono queste alcune delle novità sul Giubileo della Misericordia annunciate nelle scorse settimane, che vale la pena ricordare in vista dell’approssimarsi dell’Anno santo.

Come ha confermato la segreteria organizzativa del Giubileo attraverso il sito web ufficiale www.im.va, per consentire ai pellegrini di compiere un breve pellegrinaggio verso la Porta Santa della basilica di San Pietro è stato previsto un percorso pedonale riservato ai pellegrini. Partirà da Castel Sant’Angelo per arrivare fino alla Porta Santa, percorrendo via della Conciliazione e attraversando piazza Pio XII e piazza San Pietro.

«Poiché si prevede un grande afflusso di pellegrini – viene spiegato – è fortemente consigliabile che si faccia conoscere il proprio arrivo a Roma e gli eventuali orari in cui si desidera compiere il pellegrinaggio. Per evitare inutili attese e per favorire l’accompagnamento spirituale – si precisa – è importante che soprattutto i gruppi organizzati provvedano a mettersi in contatto con la segreteria organizzativa tramite la sezione “Registrazione pellegrini” del sito web ufficiale, che sarà attiva dal mese di ottobre».

Una volta registrati al sito, sarà possibile, oltre all’iscrizione ai «Grandi Eventi», selezionare la data e l’ora approssimativa del pellegrinaggio alla Porta Santa di San Pietro. La segreteria organizzativa provvederà a confermare la richiesta indicando l’orario migliore in cui presentarsi all’inizio del percorso protetto. Un sistema che «permetterà di ridurre al minimo le attese e contribuirà a garantire un clima di preghiera e di raccoglimento durante il pellegrinaggio a piedi verso la Porta Santa».

La registrazione potrà essere fatta per gruppi o singoli pellegrini. Per eventuali ulteriori informazioni e per quei pellegrini che non si fossero registrati in anticipo attraverso il sito web, l’invito è a recarsi presso il Centro Accoglienza Pellegrini (via della Conciliazione 7), «che sarà aperto quanto prima, dove i volontari aiuteranno a mettersi in pellegrinaggio nel momento più favorevole». Per accedere alle Porte Sante delle altre basiliche papali di Roma – San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore e San Paolo fuori le Mura – non sarà necessaria la registrazione.

Tutte le quattro basiliche papali, oltre ad essere dotate di un posto medico di primo soccorso, saranno presidiate da volontari al servizio di tutti i pellegrini. Alcuni di loro saranno preposti all’assistenza alle persone disabili. «Per venire in aiuto alle autorità sanitarie italiane – si legge nella nota della segreteria organizzativa del Giubileo – è utile che al momento della registrazione vengano segnalate anche eventuali necessità mediche specifiche».

Quattro percorsi pedonali sono stati individuati dal Campidoglio per favorire i pellegrini. Tre da San Giovanni a San Pietro, con alcune varianti, toccheranno altre chiese del centro storico. Il “Cammino Mariano” andrà da Santa Maria Maggiore a San Pietro e viceversa.

 

7 settembre 2015