Roma: l’11 novembre bus, tram e metro a rischio

Indetta un’agitazione di 4 ore, dalle 8.30 alle 12.30, che coinvolge Atac e Roma Tpl. In Cotral sciopero nazionale, nella stessa fascia oraria, indetto dall’Usb

Domani, 11 novembre, bus, trame e metro a rischio nella Capitale. Il motivo: una protesta di 4 ore, dalle 8.30 alle 12.30, che coinvolge sia Atac che Roma Tpl, indetta da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl. Nel dettaglio, tra le linee di Roma Tpl saranno a rischio stop 08, 011, 013, 013D, 017, 018, 022, 023, 024, 025, 027, 028, 030, 031, 032, 033, 035, 036, 037, 039, 040, 041, 042, 044, 048, 049, 051, 053, 054, 055, 056, 057, 059, 066, 078, 086, 088, 135, 146, 213, 218, 226, 235, 314, 339, 340, 343, 344, 349, 404, 437, 441, 444, 445, 447, 502, 503, 505, 543, 546, 548, 552, 555, 557, 657, 660, 663, 665, 701, 701L, 702, 703L, 710, 711, 721, 763, 764, 767, 771, 775, 777, 778, 787, 789, 808, 889, 892, 907, 907L, 908, 912, 982, 985, 992, 993, 998 e 999, C1 e C19.

Proclamato dall’organizzazione sindacale Usb anche uno sciopero nazionale, nella stessa fascia oraria, anche tra i lavoratori Cotral. Garantite tutte le corse fino alle 8.30 e quella dalla ripresa del servizio, alle 12.31. Tra le motivazioni dell’agitazione: «la cancellazione degli aumenti delle tariffe dei servizi ed energia» e il «salario minimo per legge a 10 euro l’ora, contro la pratica dei contratti atipici e il precariato».

10 novembre 2022