Un quadrangolare di calcio per #8marzodelle bambine

L’iniziativa Unicef contro i matrimoni precoci coinvolge la Nazionale delle parlamentari italiane. In campo i team Unicef, Aic, Uisp, Csi e Calcio solidale

L’iniziativa Unicef contro i matrimoni precoci coinvolge anche la Nazionale delle parlamentari italiane. In campo anche i team Unicef, Aic, Uisp, Csi e Calcio solidale

70 milioni di donne portate all’altare prima dei 18 anni; di queste, oltre una su 3 prima di averne compiuti 15. È dedicata a loro l’iniziativa Unicef #8marzodellebambine, lanciata in occasione della Giornata internazionale della donna «per sottolineare il dramma dell’infanzia negata di queste bambine», dichiara il presidente di Unicef Italia Giacomo Guerra. Secondo i dati Unicef, almeno 50mila ragazze tra i 15 e i 19 anni muoiono ogni anno a causa di complicazioni durante la gravidanza e il parto. Inoltre, se una madre ha meno di 18 anni il rischio che il suo bambino muoia nel primo anno di vita è del 60% più alto rispetto a un bambino nato da una donna al di sopra di 19 anni. «Sono dati che non possiamo più accettare», afferma Guerra.

Per riportare l’attenzione su questo fenomeno, che vede la “maglia nera” assegnata all’Africa Sub Sahariana, con il 40% delle ragazze che si sposano al compimento dei 18 anni, la campagna Unicef di cui è testimonial Paola Saluzzi prevede per il pomeriggio di oggi, martedì 8 marzo, un quadrangolare di calcio all’insegna della solidarietà. In campo presso l’impianto Fulvio Bernardini di via dell’Acqua Marcia (zona Pietralata) anche la Nazionale delle parlamentari italiane allenata dalla calciatrice Katia Serra.

L’appuntamento prenderà il via alle 18.30 con la presentazione dell’iniziativa al pubblico e alla stampa. Quindi alle 20, sempre nell’impianto messo a disposizione dalla Uisp, prenderà il via la sfida in campo: le parlamentari italiane si sfideranno con i team formati per l’occasione da Unicef, Uisp, Csi, Calcio Solidale e Associazione italiana calciatori, da sempre impegnata in tema di parità di genere in ambito sportivo.

8 marzo 2016