Università Cattolica, fino al 15 settembre le iscrizioni al test di ingresso per Farmacia

Le prove nel campus romano dell’ateneo il 22 settembre. Il presidente del corso di laurea Urbani: «Le farmacie, veri e propri presidi sanitari capillari sul territorio»

Sono aperte fino al 15 settembre le iscrizioni al test di ingresso al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia della facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica. La prova si svolgerà nel campus di Roma dell’ateneo, il 22 ottobre. In ballo ci sono 100 posti per il primo anno. «Nei mesi scorsi – dichiara il presidente del corso di laurea Andrea Urbani – si è parlato spesso del ruolo centrale che ha svolto la farmacia nel corso dell’emergenza sanitaria da Sars-CoV-2. Le farmacie rappresentano dei veri e propri presidi sanitari capillari sul territorio e hanno ancora una volta dimostrato la loro capacità di servizio socio-sanitario assistenziale unito ad una efficacia imprenditoriale. Queste riflessioni – prosegue – hanno evidenziato la necessità di ridisegnare i confini dello spazio formativo di una professione che nel corso di 800 anni ha dimostrato una funzione strategica nella relazione fiduciaria con il cittadino: questa sfida oggi è nelle mani del sistema universitario che deve aggiornare e integrare i propri percorsi formativi e conseguentemente le proprie competenze di docenza».

Nelle parole di Urbani, «i nuovi percorsi formativi come il corso di laurea in Farmacia dell’Università Cattolica devono seguire una via multidisciplinare all’interno dell’ecosistema sanitario, sviluppando professionalità che permettano piena integrazione con il campo medico, diagnostico, ecologico, veterinario, farmaceutico ed imprenditoriale». Il corso di laurea in Farmacia, strutturato in 5 anni, propone infatti un’offerta formativa che si articola attraverso i diversi settori disciplinari. A rappresentarne il carattere innovativo, la spiccata attenzione verso la Farmacia dei servizi assistenziali. Il corso infatti, evidenziano dall’ateneo, «prende vita dalla facoltà di Medicina e chirurgia e offre la tangibile opportunità di accostarsi a un approfondito studio dei nuovi farmaci e dei dispositivi medici e diagnostici, valutabili all’interno della pratica clinica. La possibilità di interazione con le professionalità mediche e sanitarie che operano presso la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs tra cui la farmacia ospedaliera sarà un forte valore aggiunto di questo percorso formativo».

2 settembre 2020