Azione cattolica in festa per i 50 anni dell’Acr

I lavori “in sinodo”, la Messa a San Pietro e la festa all’Auditorium Conciliazione con Lorenzo Baglioni, Martina Attili e il ct della pallavolo femminile Mazzanti

Con l’entrata in vigore del nuovo statuto dell’Azione cattolica italiana – che accoglieva le istanze del Concilio Vaticano II -, il 1° novembre del 1969 nasceva l’Azione cattolica dei ragazzi (Acr). Iniziava così una storia di attenzione ai più piccoli, intesi come veri protagonisti della vita ecclesiale e civile, impegnati in prima persona sulle frontiere della pace e dell’inclusione, sempre in cammino insieme a tutta la comunità cristiana. Oggi, 50 anni dopo, sono più di 120mila in tutta Italia i bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni che aderiscono all’Acr, a cui se ne  aggiungono altre decine di migliaia che condividono la proposta educativa dell’associazione, partecipando alle sue iniziative.

In rappresentanza di tutti, dal 31 ottobre al 2 novembre mille bambini e ragazzi provenienti da tutta Italia si ritrovano a Roma per festeggiare il 50° compleanno dell’Acr, “illuminando” di Bellezza la Capitale. “Light UP. Ragazzi in sinodo”: questo lo slogan dell’appuntamento, che si apre con i lavori assembleari “in sinodo” alla Fraterna Domus di Sacrofano, a partire dal pomeriggio di giovedì 31 per continuare poi la mattina del 2 novembre. L’obiettivo: «Riflettere insieme sull’importanza della Fede per i piccoli e su come l’esperienza dell’associazionismo possa rappresentare un valore aggiunto per vivere la propria relazione con Gesù», spiegano dalla presidenza nazionale.

La giornata del 1° novembre, in cui si festeggia la nascita dell’Acr, sarà aperta dalla celebrazione eucaristica nella basilica di San Pietro, alle 9, presieduta dall’assistente generale dell’Azione cattolica il vescovo Gualtiero Sigismondi. Al termine è prevista la partecipazione alla preghiera dell’Angelus con il Papa. Nel pomeriggio poi a partire dalle 16 spazio alla festa, all’Auditorium Conciliazione, con i cantanti Lorenzo Baglioni e Martina Attili, con il ct della nazionale di pallavolo femminile Davide Mazzanti e la Bim Bum Band di Padova. Tra gli invitati anche il ministro per le Politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora e l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza Filomena Albano.

Informazioni e programma dettagliato sono disponibili online.

23 ottobre 2019