Capodanno ebraico e islamico: auguri di Di Segni ai musulmani d’Italia

Il messaggio della presidente Ucei: «Importante segnale nel percorso di dialogo e di vicinanza che siamo chiamati a compiere»

Il messaggio della presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane: «Importante segnale nel percorso di dialogo che siamo chiamati a compiere»

La singolare coincidenza del capodanno islamico con quello ebraico, il Rosh HaShanah, ha spinto la presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane Noemi Di Sgni a inviare un messaggio di auguri ai musulmani d’Italia. «La coincidenza delle nostre festività quest’anno – si legge nel testo – rappresenta, voglio credere, un importante segnale nel percorso di dialogo e di vicinanza che siamo chiamati a compiere nel contesto italiano ed europeo in cui i nostri correligionari interagiscono, nel quotidiano e nei grandi momenti, per salvaguardare i preziosi valori che le nostre fedi condividono e devono tramandare alle generazioni future».

Agli auguri della presidente Di Segni ha risposto tra gli altri ‎l’imam Yahya Pallavicini, in rappresentanza della Comunità religiosa islamica (Coreis) italiana. «La ringrazio di cuore per la rinnovata sensibilità di questo augurio per un nuovo ciclo sempre migliore – le parole di Pallavicini – e ricambio a lei e a tutta la sua comunità con gli auguri di Rosh HaShana 5777».

3 ottobre 2016