Consiglio Cei: nominate le Commissioni per il 2021-2026

Tra i membri il vicegerente di Roma Palmieri (Carità e salute), gli ausiliari Gervasi e Libanori (Cultura e comunicazioni) e Ambarus (Migrazioni)

Nella sessione autunnale conclusa ieri, 29 settembre, il Consiglio episcopale permanente ha nominato, tra le altre cose, i membri delle Commissioni episcopali Cei, i cui presidenti erano stati eletti nel corso dell’Assemblea generale tenuta nel maggio 2021. Di ciascuna Commissione episcopale fa parte un vescovo emerito, indicato dalla presidenza.

Dottrina della fede, annuncio e catechesi; liturgia; servizio della carità e salute; clero e vita consacrata; laicato; famiglia, giovani e vita; evangelizzazione dei popoli e cooperazione tra le Chiese; ecumenismo e dialogo; educazione cattolica, scuola e università; problemi sociali e lavoro, giustizia e pace; cultura e comunicazioni sociali; migrazioni. Queste le Commissioni in cui si articola il lavoro della Conferenza dei vescovi. Chiamati a farne parte anche quattro presuli della Chiesa romana. Il primo è il vicegerente, l’arcivescovo Gianpiero Palmieri, che diventa membro della Commissione episcopale per il servizio della carità e la salute, presieduta dall’arcivescovo di Gorizia Carlo Roberto Maria Redaelli, che è anche presidente di Caritas italiana. Gli ausiliari Dario Gervasi e Daniele Libanori sono stati scelti invece per la Commissione episcopale per la cultura e le comunicazioni sociali, di cui è presidente il vescovo di Rieti Domenico Pompili. Nella Commissione episcopale per le migrazioni presieduta dall’arcivescovo di Ferrara Gian Carlo Perego – presidente della fondazione Migrantes – entra invece monsignor Benoni Ambarus, anche lui ausiliare della diocesi di Roma.

Fra le altre nomine approvate dal Consiglio, quelle per l’Azione cattolica italiana: don Mario Diana è stato nominato assistente ecclesiastico nazionale del Movimento studenti mentre don Francesco Marrapodi è l’assistente ecclesiastico centrale dell’Azione cattolica dei ragazzi (Acr). Il vescovo di Castellaneta Claudio Maniago è stato nominato presidente del Centro azione liturgica (Cal) mentre il vescovo di Aosta Franco Lovignana diventa presidente del Comitato per la valutazione dei progetti di intervento a favore dei beni culturali ecclesiastici e dell’edilizia di culto. Scelto anche il coordinatore nazionale della pastorale dei cattolici polacchi in Italia: monsignor Jan Antoni Glowczyk. Don Massimo Schibotto infine è l’assistente ecclesiastico nazionale dell’Associazione genitori scuole cattoliche (Agesc).

30 settembre 2021