Coronavirus: via libera al vaccino AstraZeneca anche per gli over 65

Pubblicato il nuovo calendario della Regione Lazio per gli ultrasettantenni. Già effettuate 559.917 vaccinazioni. La circolare sulla presa in carico dei disabili gravissimi. Al momento, 37.926 i positivi, 2.022 i ricoverati 2.022 e 253 le persone in terapia intensiva

Con il via libera del ministero della Salute alla somministrazione del vaccino AstraZeneca anche ai soggetti di età superiore ai 65 anni, la Regione Lazio ha pubblicato sul sito Salutelazio.it il nuovo calendario per gli over 70, ad eccezione delle persone estremamente vulnerabili. Dalla mezzanotte di mercoledì 10 marzo sarà possibile prenotare per i 77-76 anni, ovvero i nati negli anni 1944 e 1945. Dalla mezzanotte del 12 potranno accedere al portale coloro che hanno 75-74, cioè i nati nel 1946 e nel 1947 e infine dalla mezzanotte di lunedì 15 marzo potranno prenotarsi le persone nate nel 1978 e 1949, che hanno 73-72 anni. Si tratta complessivamente di oltre 300mila assistiti, ai quali verrà assegnata la prima disponibilità utile presso il luogo di somministrazione prescelto, informano dall’Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. Rimane attiva la prenotazione on-line per le persone con età pari o superiore a 78 anni. Per ricevere assistenza alla prenotazione o eventuali disdette è possibile contattare il numero 06.164161841, attivo dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30 e il sabato dalle 7.30 alle 13.

Stando al contatore dei vaccini anti Covid-19 costantemente aggiornato, fino alle 20 di ieri, 8 marzo, nel Lazio sono state somministrate 559.917 vaccinazioni, raggiungendo 330.406 donne e 229.511 uomini. È stata intanto emanata una circolare sulla presa in carico dei disabili gravissimi per la vaccinazione e si ricorda che per i soggetti estremamente vulnerabili sono state attivate 3 modalità di accesso alla vaccinazione: nelle strutture dove ricevono le cure e le terapie, dal medico di famiglia dal 1° marzo e dal 4 marzo attraverso la prenotazione online. In attesa di una nuova circolare del ministero della Salute, sono temporaneamente sospese le prenotazioni delle classi d’età 65-64 anni.

In sei Municipi di Roma, invece, i vaccini viaggiano con Uber. È partita ieri, 8 marzo, nel territorio di competenza della Asl Roma 1 una partnership con la società, che ha messo a disposizione oltre 500 corse. Nello specifico, ogni giorno partiranno sei mezzi con un autista che condurrà un’équipe sanitaria, composta da medico e infermiere, prima a ritirare il vaccino e poi a effettuare la somministrazione a domicilio per le persone che non possono recarsi presso gli appositi hub.

Sul fronte dei contagi, ieri, 8 marzo, nel Lazio su oltre 11mila tamponi e quasi 7mila antigenici, per un totale di oltre 18mila test, si registrano 1.175 nuovi casi positivi (-224 rispetto alle 24 ore precedenti, quando i test erano stati oltre 30mila); 22 i decessi (+9). Aumentano i ricoveri e le terapie intensive. Gli attuali casi positivi sono complessivamente 37.926, i ricoverati 2.022 e le persone in terapia intensiva 253. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 10% ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende al 6%. I casi a Roma città sono sotto quota 500.

9 marzo 2021