Croce Rossa rafforza l’impegno per chi vive in strada

Volontari impegnati da Milano a Lecce. Predisposto un volantino con informazioni. Oltre 50mila le persone senza dimora nelle metropoli italiane

Da Nord a Sud sono circa un centinaio i comitati della Croce rossa italiana che hanno intensificato l’attività di supporto per le persone senza dimora in questo momento di emergenza sanitaria. Stando agli ultimi dati, si tratta di oltre 50mila persone, nelle principali metropoli italiane. Per questo «i volontari della Croce rossa da Milano, Roma, Napoli, Catania, Lecce e molte altre città hanno intensificato il loro impegno sia con le uscite delle unità di strada sia con l’organizzazione di ricoveri temporanei cercando di raggiungere tutti, portando anche una prima assistenza medica oltre che un pasto caldo», si legge in una nota diffusa dall’organizzazione.

In concreto, si forniscono pasti, coperte e ora anche informazioni utili a prevenire il contagio da nuovo coronavirus. La Croce Rossa, infatti, in collaborazione con la Federazione italiana organismi per i senza fissa dimora (Fio.psd), ha predisposto un volantino – presto disponibile anche in versione multilingue – che distribuirà alle persone senza dimora con alcuni consigli sui comportamenti da seguire per prevenire il rischio contagio da Covid-19 e sapere cosa fare in caso di malessere e presenza di alcuni sintomi. «Un impegno – è scritto ancora nella nota – che vede tutti i volontari impegnati in questa attività di sostegno e assistenza ai più fragili consapevoli del fatto che in questo momento c’è ancora più bisogno della Croce Rossa».

26 marzo 2020