#distantimavicini, raccolti 100mila euro per i Centri Nemo

Il bilancio della prima settimana della campagna a sostegno delle strutture cliniche specializzate nell’assistenza alle persona con Sla, Sma e distrofie muscolari

112mila euro: è il bilancio della campagna #distantimavicini lanciata da Aisla (Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica), Famiglie Sma e Uildm (Unione lotta alla distrofia muscolare), alla sua prima settimana. Un’iniziativa nata a sostegno del lavoro dei Centri clinici Nemo di Roma, Milano, Arenzano e Messina, specializzati nell’assistenza delle persone con Sla, Sma e distrofie muscolari, che in questi giorni stanno affrontando sforzi straordinari per continuare ad assistere i pazienti, proteggendoli il più possibile dal rischio del contagio.

La campagna ha subito incontrato il sostegno di personaggi noti: grazie all’appello lanciato su Facebook da Nino D’Angelo, accolto dall’azienda Siag Italian Coffee, è stato possibile consegnare 5mila nuove mascherine chirurgiche destinate alle persone colpite da Sla, Sma e distrofie muscolari in Campania. Coinvolto anche Neri Marcorè, protagonista ieri pomeriggio, 1° aprile, della puntata di lancio in diretta Facebook della rubrica #distrattimavicini. L’idea nasce dalla volontà, da un lato, di informare e aggiornare con consigli utili; dall’altro, di offrire un momento di svago e divertimento per aiutare ad affrontare anche con leggerezza la quotidianità di questi giorni.

Al momento i Centri Nemo – anche grazie ai primi risultati della campagna di solidarietà – stanno affrontando l’emergenza riorganizzando l’assistenza e attivando nuovi servizi di presa in carico per i pazienti. Oltre a dotarsi di tutti i dispositivi di protezione individuale dal contagio, sono diversi anche i servizi di presa in carico a distanza già operativi: in una settimana sono stati oltre 200 gli interventi di assistenza. A questi si aggiungono poi le attività dell’ambulatorio di psicologia e psicoterapia a distanza, attraverso il numero verde 800.212249 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18. Le richiesta di intervento sono raccolte da un operatore ed entro 48 ore si viene richiamati dallo psicologo di riferimento dei Centri Nemo, con il quale concordare l’avvio del percorso ambulatoriale.

2 aprile 2020