Domenica ecologica, il 13 gennaio il terzo stop

La Fascia Verde chiusa alle auto dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Il blocco riguarda tutti i veicoli a motore fino a diesel euro 6. Garantito il potenziamento del trasporto pubblico

Tornano a fermarsi le auto all’interno della Fascia Verde. Domenica 13 gennaio infatti è in programma la terza domenica ecologica della stazione: dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30 restano al palo tutti i veicoli a motore fino ai diesel euro 6 compresi. Possono circolare liberamente i veicoli elettrici e ibridi, quelli a gpl, a metano, i mezzi bi-fuel. Esenzione anche per le auto a benzina euro 6  –  mentre si fermano invece i diesel euro 6 -, per le moto a 4 tempi euro 3 e successive, per i ciclomotori a 2 ruote a 4 tempi euro 2 e successivi, per i mezzi con contrassegno disabili, per i veicoli car sharing e car pooling.

«L’assessorato alla Città in movimento e i relativi uffici dipartimentali – si legge in una nota del Campidoglio – provvederanno al potenziamento del trasporto pubblico locale durante le giornate di blocco totale ed in particolare durante le fasce orarie di interdizione. La polizia locale di Roma Capitale dovrà provvedere alla vigilanza al fine di garantire l’osservanza del provvedimento di limitazione della circolazione da parte della cittadinanza». Per i trasgressori, la multa, nella domenica ecologica del 18 novembre, è stata di 163 euro.

«Le domeniche ecologiche – dichiara l’assessore alla Città in movimento Linda Meleo – rappresentano occasioni importanti per promuovere la mobilità sostenibile e sensibilizzare i cittadini al tema del rapporto tra inquinamento e trasporti. Con il piano per la mobilità elettrica stiamo mettendo in atto un’azione incisiva per la riduzione delle emissioni inquinanti – prosegue -. Come ogni anno, in occasione del blocco del traffico è previsto il potenziamento del trasporto pubblico locale, con un incremento delle corse di bus, tram e taxi».

Le prossime domeniche senz’auto sono in programma per il 10 febbraio e il 24 marzo. Date e orari comunque, avvertono dal Campidoglio, sono suscettibili di modifiche «qualora si dovessero verificare eventi non previsti e non prevedibili».

9 gennaio 2019