Giffoni Film Festival 2022, dedicato agli “Invisibili”

Appuntamento dal 21 al 30 luglio. Protagonisti: oltre 5mila giurati, dall’Italia e non solo. Tornano in presenza i registi dei film in concorso, con gli ospiti internazionali. L’immagine di Laura Pagliaro

Dedicata agli “Invisibili” l’edizione 2022 del Giffoni Film Festival, in programma dal 21 al 30 luglio. Oltre 5mila i giurati attesi, divisi nelle categorie Elements +3, +6, +10 e Generator+13, +16 e +18. A questi vanno aggiunti i 200 ragazzi selezionati per Impact!, i genitori ai quali è dedicata la sezione Parental Experience e il cinema del reale di Gex Doc. Oltre che dall’Italia, i giurati arriveranno da Stati Uniti d’America, Georgia, Austria, Albania, Belgio, Bulgaria, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Regno Unito, Macedonia del Nord, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria, Iran e Qatar.

Oltre 250 i talenti ospiti a #Giffoni2022. Tornano in presenza i registi dei film in concorso insieme agli ospiti internazionali. Tante anche le novità relative ai talent, a partire da una presenza femminile sempre più significativa: attrici, registe, influencer, opinion leader. Ancora più spazio sarà dato ai giovani professionisti del cinema e dell’audiovisivo, con il coinvolgimento di tantissimi under 30. Tra loro, una nutrita rappresentanza di operatori del cinema made in Campania. Tra i ritorni più attesi, il progetto “Vivo Giffoni. Street Fest”, che vedrà artisti di strada, musicisti e danzatori animare le strade.

Diffusa intanto la nuova immagine di Giffoni, dedicata al tema “Invisibili”, realizzata da Laura Pagliaro, scelta per la realizzazione della graphic novel che Giffoni sta pubblicando, ogni mese, per celebrare i 130 anni de Il Mattino. «Un cielo sconfinato, una luce di stelle che nasce sulla Terra e rimanda al legame misterioso tra vite distanti, rende visibili legami invisibili, rivela la presenza di chi spesso resta nell’ombra. I protagonisti di questa immagine sono passanti, individui solo apparentemente anonimi ma che, se osservati attentamente, svelano simboli e suggestioni. Hanno tra le mani la grandezza di un sogno, polvere luminosa, una visione e promessa di bellezza. La composizione dell’immagine quasi suggerisce a chi osserva di entrare e far parte della scena», affermano gli organizzatori.

Nelle parole del direttore generale di Giffoni Jacopo Gubitosi, «nel futuro non ci saranno strade da percorrere se non quella di portare avanti, con serietà e determinazione, una vera e propria rivoluzione: quella degli invisibili. Oggi ci sono milioni di ragazzi che lasciano la scuola, vittime di quella povertà educativa di cui nessuno parla – aggiunge -. Ci sono i rifugiati e quelli che lottano per affermare le proprie idee. Ci sono i ragazzi che percepiscono la propria unicità come un disvalore e gli atipici che non comprendono il mondo e che il mondo sembra non comprendere. E ancora, le donne e gli uomini che, nel loro quotidiano, sono capaci di imprese straordinarie anche se la società sembra non accorgersene. Questi e tanti altri sono gli invisibili e #Giffoni2022 sarà il loro spazio ideale».

9 giugno 2022