Il cardinale Bassetti «vigile e collaborante»

Il bollettino medico dell’ospedale di Perugia, aggiornato al 10 novembre: quadro clinico grave ma lieve stabilizzazione dei parametri vitali

Aggiornato a ieri, 10 novembre, il bollettino medico diffuso dall’azienda ospedaliera di Perugia “Santa Maria della Misericordia” a proposito delle condizioni di salute dal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, ricoverato dal 3 novembre in terapia intensiva 2 dopo aver contratto il Covid-19. Il quadro clinico rasta grave ma i medici parlano di «lieve stabilizzazione dei parametri vitali, con il paziente vigile e collaborante». Proseguono le terapie mediche specifiche del caso nonché l’ossigenoterapia e il supporto ventilatorio non invasivo.

Nel frattempo anche le Acli si uniscono al coro di quanti esprimono vicinanza e sostegno nella preghiera al presidente dei vescovo d’Italia. «Le Acli – si legge in una nota – sono vicine al cardinale Gualtiero Bassetti e si uniscono alle preghiere di tutta la Chiesa augurando una pronta guarigione al presidente della Cei e a tutti i sacerdoti che stanno combattendo contro il Covid-19».

11 novembre 2020