In arrivo a Roma 500 scooter elettrici

È il nuovo servizio di sharing a emissioni zero Cityscoot. Il sindaco Raggi: «Arricchiamo l’offerta di mezzi agili, veloci ed ecologici per cittadini e turisti

In arrivo nella Capitale 500 scooter elettrici, che diventeranno mille nei prossimi mesi: dopo una fase iniziale di sperimentazione nel mese di maggio, diventa effettivo, a pagamento, il servizio di Cityscoot, start up francese di scooter sharing a flusso libero ed emissioni zero, che si estende per ora alle zone di Re di Roma, Circo Massimo e Ponte Milvio, oltre che al centro, da cui è partito. «Ampliamo la rete di mezzi completamente eco-sostenibili grazie all’ingresso di nuovi operatori – le parole del sindaco Raggi -. Roma si dimostra ancora una volta polo attrattivo per le imprese che vogliono investire sul territorio. La mobilità elettrica e condivisa rappresenta il futuro delle nostre città. È una sfida che come Roma Capitale abbiamo deciso di accogliere. Con Cityscoot – aggiunge la prima cittadina – stiamo arricchendo l’offerta di mezzi agili, veloci ed ecologici per cittadini e turisti. È un servizio che ha già ottenuto un ottimo riscontro da parte degli utenti e guardiamo con favore a una sua espansione su tutto il territorio capitolino».

Per utilizzare gli scooter di Cityscoot non servono né chiavi né colonnine di ricarica. Non è necessario neppure sottoscrivere un abbonamento dal momento che si pagano solo i minuti utilizzati. L’unica cosa richiesta è essere maggiorenni e scaricare l’app Cityscoot, con la quale geolocalizzare il mezzo più vicino, verificare lo stato della batteria e riservarlo per 10 minuti, il tempo utile per raggiungerlo. Gli scooter, terminato l’utilizzo, vanno lasciati in una “Zona Cityscoot” che l’azienda punta ad ampliare e che non è legata a una postazione di ricarica: ad alimentare la batteria infatti provvede del personale specializzato, disponibile h24 sette giorni su sette. Il costo del servizio è di 0,29€ al minuto. Prevista l’attivazione di un programma fedeltà e la possibilità di acquistare il pacchetto CityRider che consente di viaggiare per 100 minuti a un costo complessivo di 22€. Ancora, per gli utenti che in fase di registrazione ammettono di non essere particolarmente esperti alla guida delle due ruote, Cityscoot offre una lezione di guida gratuita con istruttori qualificati. Inoltre in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, Cityscoot offrirà ai propri utenti corsi gratuiti di primo soccorso della durata di circa due, con l’obiettivo di insegnare le nozioni base utili a gestire le emergenze stradali.

«La sharing mobility è ormai una realtà affermata nella nostra città, un servizio in costante crescita che siamo felici di ampliare – dichiara l’assessore capitolino ai Trasporti Linda Meleo -. Siamo convinti che questo servizio, perfettamente in linea con la nostra visione sulla mobilità sostenibile e condivisa, sarà sempre più richiesto da cittadini e turisti nei prossimi mesi e anni, per spostarsi in centro come in periferia». Per Gianni Galluccio, General Manager di Cityscoot Italia, «il futuro della mobilità urbana non può che essere  a “0 emissioni” e “0 rumore” e crediamo che questo rappresenti un enorme valore per una città come Roma, in cui il traffico è un tema molto complesso. Intendiamo collaborare fattivamente con l’amministrazione comunale». E presto, assicura, la flotta di Cityscoot conquisterà anche «il Tufello, il quartiere Ostiense e, proseguendo verso sud, l’Eur e il Torrino». Affiancando gli scooter elettrici di eCooltra, già operativi nella Capitale.

13 giugno 2019