#IoMiVaccino: un selfie per favorire l’adesione alla campagna

L’iniziativa della Società italiana di pediatria. Elena Bozzola, segretario nazionale: «Diamo il buon esempio, come medici». Contro la paura dei vaccini

Un selfie che rappresenta l’atto della vaccinazione. I pediatri italiani scendono in campo per contribuire a favorire la massima adesione alla campagna vaccinale e contrastare l’esitazione con l’iniziativa #IoMiVaccino, promossa dalla Società italiana di pediatria (Sip): un poster pubblicato sul sito e sui social, che raccoglie, appunto, volti e nomi dei pediatri fotografati nell’atto della vaccinazione. Un selfie per sconfiggere insieme il Covid-19.

A spiegarla è Elena Bozzola, segretario nazionale Sip. «La vaccine hesitancy – afferma – è stata classificata dall’Oms tra le dieci minacce alla salute globale. È importante che come medici, come pediatri, diamo il buon esempio, vaccinandoci per proteggere noi stessi, la nostra famiglia, i nostri amici e i nostri pazienti». Nelle parole della vicepresidente Sip Annamaria Staiano, «uno degli obiettivi prioritari del medico è quello di sviluppare e divulgare la cultura sanitaria. In un’epoca in cui i social network vengono spesso utilizzati per propagandare fake news, soprattutto sul tema delle vaccinazioni, è fondamentale fare ogni sforzo per diffondere le informazioni corrette e sconfiggere la paura dei vaccini».

Ai pediatri di tutta Italia dunque la Sip rivolge un invito: «Unisciti a noi». L’obiettivo è raccogliere quante più possibili adesioni alla campagna #IoMiVaccino, testimoniando con l’esempio che «i vaccini sono sicuri e rappresentano l’unica arma a disposizione contro il Covid-19».

3 marzo 2021