L’università, luogo per riscoprire Cristo

Il vescovo Leuzzi: ecco il cammino diocesano accanto agli studenti. «Eucaristia come evento centrale». Per i docenti, il Simposio internazionale e, a gennaio, le Letture teologiche sui classici della letteratura cristiana

«Aiutare gli universitari a scoprire la celebrazione eucaristica come evento centrale, nel quale il giovane riceve in dono la carità intellettuale. Non si tratta di compiere un rito, di partecipare a una cerimonia comunitaria; la Messa è anche questo, ma non solo, perché l’Eucaristia dona la capacità di mettere al servizio degli altri la fatica dello studio». Al centro della vita dello studente, dunque, deve esserci il «corpo di Cristo». Ed è proprio questo tema a far da filo conduttore alle attività dell’Ufficio diocesano per la pastorale universitaria in questo 2014-2015, come spiega il direttore monsignor Lorenzo Leuzzi, vescovo ausiliare della diocesi. «L’università – riflette il presule – è luogo di crescita vocazionale. La carità intellettuale non è un “fare” qualcosa ma coinvolge tutta l’esistenza. Noi vogliamo formare i giovani a comprendere l’incidenza che la vita liturgica ha sulla loro esperienza ordinaria. Ed ecco il richiamo a Paolo VI, che per primo ha rilanciato la carità intellettuale, e al miracolo eucaristico di Orvieto».

In calendario, infatti, ci sono diversi eventi legati alla figura di Papa Montini, in vista della beatificazione che avverrà il 19 ottobre: venerdì 17 e sabato 18 è in programma un convegno su “La profezia dell’Humanae vitae», a cura dei direttori dei dipartimenti di ginecologia; e ancora il 18 un incontro su “Montini e gli universitari a Roma” e, la sera dello stesso giorno, una veglia di preghiera alla Sapienza. Ricco pure il calendario di appuntamenti per le matricole e per i fuori sede che arrivano nella Capitale per studiare, per i quali è pensata la “Settimana dell’accoglienza”. Lunedì 27 ottobre si terrà un convegno in Vicariato; il giorno successivo il cardinale vicario Agostino Vallini incontrerà gli studenti nell’Aula della Conciliazione; quindi appuntamento per tutti con il pellegrinaggio degli universitari a Orvieto, «la città del miracolo eucaristico», ricorda ancora il vescovo Leuzzi, scelta per questo come meta del tradizionale cammino dei giovani degli atenei romani. I ragazzi saranno pellegrini anche in Quaresima, l’8 marzo, con un percorso da San Tarcisio a San Callisto; e il 9 maggio, quando percorreranno a piedi, durante la notte, la via Ardeatina fino a raggiungere il santuario del Divino Amore.

Se queste sono date da segnare in agenda per gli studenti, ce ne sono di altrettanto importanti per i professori: dal 2 al 4 ottobre si svolgerà infatti l’XI Simposio internazionale dei docenti universitari, che vedrà la partecipazione di accademici di tutto il mondo. L’anno pastorale sarà inoltre scandito, come di consueto, dalle “Settimane culturali”: dedicate a diverse discipline con dibattiti, tavole rotonde e conferenze. Si comincia dal 16 al 22 novembre con la Settimana della filosofia e si prosegue nei mesi successivi fino ad arrivare all’ultima, a giugno: la Settimana delle arti. Dedicate alla letteratura, invece, le “Letture teologiche”, altro evento organizzato dall’Ufficio diocesano per la pastorale universitaria: in programma a gennaio nell’Aula della Conciliazione del Palazzo Lateranense, saranno incentrate su “I grandi classici della letteratura cristiana”. La Divina commedia di Dante Alighieri, I promessi sposi di Alessandro Manzoni e L’idiota di Fëdor Dostoevskij: questi i tre capolavori che saranno al centro dei tre appuntamenti, il 15, il 22 e il 29 del mese di gennaio.

1° ottobre 2014